Apparecchio dentale: guida completa all’ortodonzia

Le vistose placchette di acciaio sono spesso associate agli adolescenti tuttavia non è  l’unico modo per portare un apparecchio dentale, oggi infatti pazienti di tutte le età vi ricorrono per correggere difetti dentali o mascellari. Parlando quindi di apparecchi ortodontici ci si può rivolgere ai bambini agli adolescenti ma anche e sempre più spesso gli adulti.

Negli ultimi anni il campo odontoiatrico ha effettivamente subito significativi progressi tecnologici e offre ai pazienti una più ampia varietà di trattamenti più rapidi, più efficienti e più discreti, come per esempio il dispositivo invisibile Invisalign, una vera innovazione quando si parla riallineamento dei denti.

Per aiutarti ad ottenere una visione globale delle varie opzioni e tecnologie disponibili, lo staff di Dottorentista.com ti propone oggi una guida completa per apparecchi e trattamenti ortodontici.

I diversi tipi di apparecchi dentali

È lontano il tempo in cui l’ortodonzia era limitata alle placchette metalliche. Ci sono oggi molte soluzioni adatte alle esigenze di tutti i pazienti, compresi i dispositivi totalmente invisibili. Ne parleremo più dettagliatamente.

Placchette o apparecchi con multi-elementi di fissaggio

Questi sono i dispositivi più utilizzati perché consentono di correggere con grande precisione il posizionamento di ciascuno dei denti. Ne esistono di diversi tipi, dalle placchette più visibili a quelle più discrete.

Placchette di metallo

Le placchette di metallo sono le meno discrete, consistono in piccoli elementi di fissaggio in acciaio incollati sulla parte esterna dei denti e collegati tra di loro da un cavo di metallo. È proprio il cavo di metallo a raddrizzare i denti grazie a un aggiustamento costante e progressivo da parte dell’ortodontista.

Le placchette di metallo sono spesso dotate di elastici che agiscono sul posizionamento delle mascelle.

Questo tipo di trattamento è di alta precisione ed è molto efficace perfino di fronte alle malocclusioni più complesse. Può essere tuttavia molto scomodo da indossare a causa del suo ingombro e potrebbe anche essere doloroso causando qualche disagio soprattutto all’inizio del trattamento.

Placchette di ceramica

Questi apparecchi funzionano secondo lo stesso principio del precedente ma vengono  utilizzate placchette di ceramica, rendendolo più discreto delle placchette in metallo, pur assicurando risultati simili. Attenzione però, questo tipo di tecnologia non è totalmente invisibile perché le placchette sono relativamente voluminose e anche in questo caso collegate tra loro da un cavo.

Placchette di resina

Conosciute anche come “placchette trasparenti”, le placchette in resina sono le più discrete perché sono in resina trasparente e il filo che le collega è ricoperto di Teflon bianco.

Le mascherine invisibili: Il moderno sistema Invisalign

invisalign-apparecchio-ortodonticoLa mascherina trasparente Invisalign è la soluzione ideale per un trattamento discreto ed efficace.

Come suggerisce il nome, questi apparecchi non sono fissati alla dentatura ma sono rimovibili dal paziente. Molto popolari tra gli adulti ma anche tra gli adolescenti, queste mascherine sono completamente trasparenti e nessuno si renderà conto che stai indossando un apparecchio! Questo è il vero vantaggio: ora è possibile raddrizzare la tua dentatura in modo efficace senza ingombranti e poco pratici sistemi di ferretti!

Invisalign offre anche grande comfort e ottimi risultati per la maggior parte dei problemi ortodontici.

Le mascherine Invisalign vengono realizzate su misura e devono essere sostituite ogni due settimane in base alla correzione precedentemente programmata. È quindi un trattamento estremamente preciso e per il quale è importante contattare un ortodontista certificato e segnalato dal produttore stesso di cui potete trovare il link qua sotto.

Se un tempo era rivolto esclusivamente agli adulti, il dispositivo Invisalign è stato ora adattato all’utilizzo in pazienti adolescenti. Possono anche loro beneficiare di un trattamento ortodontico efficace e invisibile… senza essere costretti a indossare la classica “ferraglia dentale”!

È importante aggiungere che il costo di un trattamento Invisalign è oggi equivalente a quello degli apparecchi a placchette convenzionali e con una buona assicurazione potresti essere parzialmente rimborsato.

Invisalign funziona per il 90% dei problemi di allineamento dentale, nel  restante 10% dei casi sarà necessario optare per un’altra soluzione. Resta da valutare se questa tecnologia è la migliore per risolvere il tuo problema o meno.

Capire se Invisalign fa per te è molto semplice: basta fare il breve test gratuito che troverai qui sotto.
Grazie al Test del Sorriso sarai in grado di controllare immediatamente e gratuitamente se Invisalign fa per te. In meno di un minuto, capirai se può essere efficace nel tuo caso specifico o meno. Non ti resta che cliccare sul pulsante qui sotto e rispondere semplicemente alle 5 domande che verranno fatte!

Per conoscere tutte le caratteristiche leggi la nostra guida completa sugli apparecchi trasparenti.

L’apparecchio linguale

Inizio subito dicendo che anche l’apparecchio linguale è totalmente invisibile.

Spesso considerato il trattamento del futuro, l’apparecchio linguale è un apparecchio multi-attacchi con le placchette fissate nella parte interna della dentatura, vale a dire dalla parte della lingua. Funziona secondo lo stesso principio delle placchette tradizionali, tranne per il fatto che è completamente invisibile dalla parte anteriore del sorriso.
Va sottolineato che l’apparecchio linguale è più difficile da mantenere a causa del suo posizionamento e anche il periodo di adattamento può essere più lungo rispetto all’apparecchio con gli attacchi applicati sulla superficie esterna dei denti.
Anche il  costo può essere decisamente più elevato rispetto all’apparecchio tradizionale.

Se sei interessato all’ortodonzia linguale dovresti consultare la nostra guida completa sull’argomento.

Per aiutarti a vederci più chiaro, abbiamo redatto una tabella riepilogativa che mostra i vantaggi e gli svantaggi degli apparecchi più comuni:

Tipo di apparecchio dentaleVantaggiSvantaggi
Mascherina invisibile Invisalign
  • Invisible
  • Rimovibile
  • Facile da pulire
  • Richiede meticolosità nell’indossare l’apparecchio correttamente
  • Funziona nel 90% dei casi - puoi verificare tu stesso facendo il Test gratuito
Apparecchio linguale Invisibile, posizionato dietro i denti
  • Difficile da pulire
  • Il più costoso tra gli apparecchi
  • Periodo di adattamento più lungo
Placchette di ceramica
  • Dallo stesso colore dei denti
  • Stessa efficacia delle placchette metalliche tradizionali
  • Possono ingiallire
  • Appariscenti
  • Più costoso rispetto alle placche metalliche
Placchette metalliche
  • Opzione dal costo più ridotto
  • Possibilità di scegliere il colore degli elastici
  • Molto appariscente
  • Non adatto a tutti i pazienti

L’ortodonzia per tutti

Come detto precedentemente l’apparecchio dentale si indossa a qualsiasi età, ma gli obiettivi perseguiti e le tecniche utilizzate si evolvono nel corso del tempo.

Bambini: Il trattamento ortodontico precoce

apparecchio-placchette-metalloGli apparecchi per i più piccoli permettono di trattare il problema alla base già dai primi anni di età.

Per i bambini dai 6 ai 10 anni l’obiettivo dell’ortodonzia è di trattare il problema alla base. Si tratta infatti di effettuare le correzioni scheletriche prima che la crescita finisca, nel periodo in cui le ossa sono ancora abbastanza malleabili.

La principali casistiche che si verificano nei bambini sono spesso legate alle mascelle: o in altri casi il palato è troppo stretto o perché una mascella è troppo avanzata rispetto all’altra. Questi problemi possono avere diverse origini:

  • Ereditarietà
  • L’uso del ciuccio o l’abitudine di succhiare il pollice
  • Traumi
  • Respirare con la bocca
  • La cattiva posizione della lingua

L’uso di apparecchi (rimovibili o fissi) nei bambini può anche evitare la necessità di un intervento chirurgico in età adulta.

Raccomandiamo uno screening anticipato già dai 6-7 anni per evitare complicazioni più gravi, specialmente se si effettua una delle seguenti osservazioni:

  • I denti di tuo figlio si sovrappongono o sono molto allargati
  • Alcuni denti definitivi non sembrano ricrescere dopo la perdita dei denti da latte
  • Si nota uno spostamento di una sua mascella rispetto all’altra
  • Si nota un ampio spazio tra gli incisivi
  • La sua lingua tende a uscire dalla bocca
  • Respira sempre con la bocca

Il nostro consiglio è sempre quello di recarsi dal proprio dentista, in modo che vengano effettuati esami strumentali approfonditi che permettano di definire un piano d’azione adeguato.

Adolescenti: il trattamento ortodontico sulla dentatura permanente

adolescenteDurante l’adolescenza il trattamento più comune viene effettuato per mezzo delle placchette, e riguarda i denti definitivi. Può trattarsi di una prima cura se lo specialista ha scelto di attendere l’evoluzione completa della dentatura, oppure del completamento di un trattamento iniziato durante l’infanzia.

È il periodo ideale per installare un apparecchio in quanto è più probabile che i risultati siano precisi e durevoli. I trattamenti effettuati tra gli 11 e i 13 anni sono spesso più semplici, più veloci e le procedure complesse sono di solito ridotte. È anche un momento chiave nello sviluppo dell’individuo, in cui l’immagine assume un ruolo sempre più importante, il che rende più facile l’accettazione di tale trattamento.

Come per gli adulti, le placchette non sono più l’unica alternativa e l’apparecchio invisibile Invisalign esiste oggi anche nella versione per adolescenti.

È una vera rivoluzione per gli adolescenti, sempre più preoccupati dal loro aspetto, i quali possono adesso indossare un apparecchio non visibile.

Ti consigliamo inoltre, come per la versione per adulti di Invisalign, di fare il Test del Sorriso: in pochi click potrai capire se sarà efficace per tuo figlio. Ti segnaliamo il link qui di seguito:

Clicca qui per fare il tuo Free Smile Test!

Puoi anche approfondire l’argomento leggendo la nostra guida dedicata agli apparecchi dentali per adolescenti(Invisalign Teen)!

Adulti: trattamento ortodontico nelle persone oltre i 16 anni

Negli adulti l’ortodonzia invisibile aiuta a migliorare l’autostima.

Il desiderio di sfoggiare un sorriso radioso è spesso la motivazione principale per iniziare un trattamento ortodontico. Il sorriso, infatti, contribuisce ad avere fiducia in se stessi e può anche essere un vero vantaggio per i professionisti che hanno a che fare con altre persone quotidianamente (professioni artistiche, commerciali, dell’istruzione, ecc.).

Ben lontano dall’essere puramente estetico, l’uso di un apparecchio negli adulti può anche rispondere ad esigenze funzionali, specialmente nel caso di disturbi del respiro o della masticazione.

Oggi, grazie ai progressi tecnologici nel settore dell’odontoiatria e al miglioramento delle tecniche esistono molte opzioni per gli adulti che cercano un trattamento ortodontico efficace e discreto: placchette invisibili, apparecchi linguali, mascherine invisibili Invisalign, ecc. .

Anche in questo caso abbiamo redatto una guida completa sull’argomento degli apparecchi dentali per adulti!

Correzione del prognatismo e del retrognatismo

retrognatismo-mandibolareQuando l’allineamento delle mascelle non è ottimale, si parla di prognazia (quando il mento è davanti alla mascella superiore) o di retrognazia (quando la mandibola è molto indietro rispetto alla mascella superiore).

Questa patologia comune è tuttavia molto fastidiosa, sia per motivi estetici che funzionali.

Se la diagnosi è fatta per tempo (nei bambini o nei giovani adolescenti), l’ortodonzia può essere una buona soluzione in grado di rallentare e/o stimolare la crescita delle mascelle. In altri casi più gravi o se la patologia non è stata trattata abbastanza presto, l’ortodonzia può essere utilizzata come trattamento preparatorio prima di un intervento chirurgico alla mascella.

Ecco un video dimostrativo del trattamento ortodontico:

Contenzione: essenziale per il mantenimento dei risultati

Molti pazienti credono erroneamente che dopo aver portato un apparecchio i denti rimarranno fissi nella loro nuova posizione per il resto della vita. Purtroppo in seguito alla crescita della mandibola, alla perdita dei denti, a malattie parodontali o semplicemente a cattive abitudini (contrazioni della lingua, suzione del dito, ecc.), i denti possono cambiare posizione e le patologie iniziali ripresentarsi.

Fissare i risultati di un trattamento ortodontico indossando un dispositivo di contenzione fisso o rimovibile è quindi fondamentale, indipendentemente dal tipo di apparecchio dentale indossato durante il trattamento. A seconda del caso specifico di ogni individuo, il dentista consiglierà di mantenere il sistema di contenzione da 1 anno a 5 anni o in casi più delicati anche per tutta la vita.

Fortunatamente, i dispositivi di contenzione sono molto meno restrittivi rispetto agli apparecchi ortodontici convenzionali:

    • La contenzione fissa consiste in un filo incollato sulla parte interna dei denti, quindi totalmente invisibile. Negli adulti, questo tipo di contenzione è di solito permanente.
    • La contenzione rimovibile può variare dai casi ma le più comuni sono:
      • Placca applicata sul palato
      • Mascherina termoformata da indossare di notte

Per concludere

Che si tratti di migliorare l’estetica del sorriso o per correggere una malaocclusione delle mascelle, l’ortodonzia rappresenta una soluzione efficace a qualsiasi età.
Esistono molti trattamenti adatti alle esigenze delle diverse problematiche del paziente e in questi anche si trovano soluzioni anche per i diversi tipi di budget.
Negli adolescenti e negli adulti, l’apparecchio invisibile Invisalign è particolarmente apprezzato per la sua efficacia e discrezione. Per verificare se può funzionare anche per il tuo caso non esitare a fare il Test del Sorriso, che è completamente gratuito e viene messo a disposizione dal produttore stesso.

Apparecchio dentale: guida completa all’ortodonzia
Vota questo articolo

Apparecchio dentale: guida completa all’ortodonzia - Dottordentista