Apparecchio di contenzione: cos'è, tipologie e funzioni

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Apparecchio di Contenzione: Tipi, Funzioni e Altri Apparecchi Notturni

mascherina denti notte

Se hai dovuto indossare un apparecchio forse sai già cosa sia un apparecchio di contenzione, anche noto con il termine di “mascherina per i denti dopo l’apparecchio”, “placca di contenzione” o “retainer”. Ma sicuramente hai molte domande come: perché la contenzione ortodontica è così importante? Perché dovre un apparecchio di contenzione? Quanto tempo impiegano i miei denti a muoversi se non lo indosso? Come devo pulire un retainer?

Per rispondere a questa e molte altre domande a Dottordentista abbiamo preparato questo articolo in cui spieghiamo in dettaglio e in modo semplice tutto ciò che c’è da sapere su quella che in ortodonzia è conosciuta come fase di ritenzione. Puoi anche leggere la nostra guida completa all’ortodonzia se vuoi saperne di più sull’argomento.

Cosa sono gli apparecchi di contenzione e a cosa servono?

I retainer dentali sono dispositivi che hanno la funzione di mantenere i denti in una posizione fissa dopo un trattamento ortodontico. Vedremo in dettagli i tipi di retainer disponibili sul mercato.

Quindi, non devono muovere i denti e non esercitano alcuna forza su di essi. Ciò significa che, a differenza dell’ortodonzia, mentre si indossano i dispositivi di contenzione NON si sentirà il dolore causato dalla pressione e dal movimento dei denti.

Dopo un trattamento ortodontico è indispensabile stabilizzare i risultati raggiunti per evitare che i denti ritornino nella loro posizione d’origine. Durante questo periodo, detto di “contenzione”, il paziente deve portare un apparecchio per fissare la posizione dei denti.

Probabilmente non lo sapevi ed è comune, molti dentisti non spiegano adeguatamente le fasi del trattamento e per questo in molti casi i pazienti non sono consapevoli dell’importanza della fase di ritenzione. È invece importante capirne l’utilità e usarli correttamente per evitare di perdere i risultati a lungo termine dell’ortodonzia.

Apparecchio di contenzione: quanto tempo portarlo?

mascherina notturna denti

In generale, l’apparecchio di contenzione viene indossato per circa un anno. All’inizio lo indosserai sempre e poi solo poche ore al giorno o di notte. Tuttavia, in alcuni casi i pazienti devono indossare dispositivi di contenzione per molto più tempo. Dipende da ogni caso.

Dopo aver portato i denti nella posizione desiderata, i tessuti di supporto del dente – ossa e gengive – potrebbero non essersi adattati alla nuova posizione. Ciò può far sì che i denti cerchino di tornare alla posizione precedente.

Il retainer si occuperà di mantenere i denti nella posizione ideale fino a quando le gengive e l’osso non si abitueranno e assumeranno la forma necessaria per adattarsi alla nuova posizione dei denti. Di solito ci vogliono dai 12 ai 16 mesi.

Tuttavia, come abbiamo precedentemente sottolineato, è possibile che per alcuni pazienti questa fase di ritenzione sia più lenta. In questo caso, i retainer dentali devono essere utilizzati fino a quando il processo non è terminato correttamente. In caso contrario, i risultati a lungo termine dell’ortodonzia andranno persi.

Tipi di apparecchio mobile notturno di contenzione

Esistono attualmente due tipi di contenzioni dentali:

  • Apparecchi di contenzione dentale fissi
  • Retainer rimovibili (apparecchio mobile per raddrizzare i denti)

Di solito puoi scegliere il tipo di apparecchio di contenzione che più ti si addice dopo che il tuo dentista ti ha spiegato i pro ei contro di ciascuno. Tuttavia, a volte i pazienti hanno bisogno di un tipo specifico retainer. In questo caso, il tuo dentista sceglierà quello più adatto a te.

In generale, è sempre necessaria la ritenzione fissa, soprattutto nell’arcata inferiore e sottoforma di apparecchio linguale. E quando l’occlusione lo consente, è consigliata anche la ritenzione superiore fissa palatale.

Di seguito descriviamo le caratteristiche di ciascun tipo di apparecchio di contnzione per illustrarti le loro caratteristiche.

Apparecchio di contenzione fisso o retainer fisso

retainer denti fisso

I retainer fissi, detti anche palatali, sono costituiti da un filo di acciaio che viene fissato ai denti all’interno in modo simile agli apparecchi linguali. Dato che si tratta di un filo discreto, non causa problemi di dizione né disagio. Un grande vantaggio è che risulta invisibile dall’esterno.

Quando vengono utilizzati gli apparecchi di contenzione fissi? Quando è necessario mantenere spazi aperti. Ad esempio per lasciare lo spazio per un impianto dentale.

Ecco una tabella riassuntiva dei vantaggi e degli svantaggi degli apparecchi fissi:

Vantaggi Svantaggi
Sono comodi e non hanno impatto sulla vita quotidiana Devi pulire con particolare attenzione la zona dove sono attaccati
Estetica gradevole dato che non si vedono Il tuo dentista dovrà controllare periodicamente che sono al loro posto
Restano fissi in modo permanente, non devi ricordarti di metterli o toglierli
Sono resistenti, durano per anni

Apparecchi di contenzione mobili

I retainer mobili vengono generalmente realizzati in resina e metallo, sebbene ce ne siano anche alcuni in plastica che assomigliano alle mascherine Invisalign.

Sono abbastanza comuni poiché facilitano l’igiene orale o la pratica degli sport di contatto. A differenza di quelli fissi, i retainer removibili sono visibili dall’esterno (ad eccezione di quelli trasparenti).

Apparecchi di contenzione rimovibili in acrilico e acciaio

mascherina denti dopo apparecchio

Questi apparecchi mobili notturni sono i più comuni, per diversi motivi:

  • Sono facili ed economici da produrre.
  • Sono semplici da usare.
  • Mangiare e pulirsi i denti è facile poiché sono rimovibili.

Sono costituiti da una lastra acrilica fissata a un arco in acciaio che si adatta ai denti, l’arco ha una forma a U sui canini e questa zona viene utilizzata nei casi in cui sia necessario chiudere piccoli spazi per via di una lieve recidiva post-ortodontica.

Apparecchi di contenzione rimovibili in plastica trasparente

mascherina denti dopo apparecchio

I retainer in plastica trasparente (materiale termoplastico) hanno lo stesso aspetto di una mascherina Invisalign. Pertanto forniscono gli stessi vantaggi:

  • Massimo comfort.
  • Estetica discreta.
  • Facilità per mangiare e lavarsi i denti.

Gli apparecchi di contenzione trasparenti possono fissarsi da canino a canino o raggiungere i denti posteriori se necessario. Questo genere di retainer vengono solitamente indossati solo durante la notte poiché applicarli più a lungo può causare un morso aperto anteriore.

In alcuni casi questo tipo di mascherina è rinforzata con un filo di acciaio incorporato nella plastica che lo rende simile a un retainer fisso.

Ecco una tabella riassuntiva dei vantaggi e degli svantaggi degli apparecchi di contenzione rimovibili:

Vantaggi Svantaggi
Puoi toglierli e rimetterli quando vuoi Puoi perderli
Al toglierli puoi pulire i denti in modo semplice Puoi dimenticarti di indossarli
Puoi toglierli per mangiare Possono danneggiarsi se non ti prendi cura di loro
Il tuo dentista deve controllarli con una certa frequenza

Quanto costa un apparecchio di contenzione?

In Italia il prezzo degli apparecchi di contenzione ortodontica varia tra 130 € e 200 €. Si tratta di prezzi di riferimento che cambiano in base alla clinica, al professionista, dove si trova, ecc.

Precauzioni da adottare con l’apparecchio notturno di contenzione

Innanzitutto è bene ricordare che nessun apparecchio di contenzione può impedire completamente lo spostamento dei denti. Per cercare di ottenere i migliori risultati bisogna seguire alcune regole:

  • L’apparecchio di contenzione va portato per tutto il tempo indicato dal dentista, e al minimo per un anno
  • Vanno effettuati dei controlli periodici : 3 o 4 visite nel corso del primo anno, poi almeno una visita all’anno
  • Non bisogna mangiarsi le unghie o passarsi continuamente la lingua sui denti
  • L’apparecchio va portato tutte le notti, senza eccezioni
  • Va pulito ogni giorno con un prodotto apposito (vanno bene le pastiglie per pulire la dentiera)
  • Se si rompe o lo si perde va sostituito il prima possibile

Ricorda che il trattamento ortodontico non si conclude quando si toglie l’apparecchio. Il periodo di contenzione è altrettanto importante e rappresenta l’unico trattamento preventivo che impedisce ai denti di tornare nella posizione iniziale.

Se vuoi puoi trovare altre informazioni sugli apparecchi di contenzione notturni nel video qui sotto:

L’apparecchio di contenzione fa male?

Indossare l’apparecchio notturno di contenzione non dovrebbe essere doloroso. Il suo compito è quello di mantenere i denti dove devono stare quindi non esercita alcuna pressione che potrebbe causare fastidi.

Tuttavia, se non lo indossi per un lungo periodo, al rimettterlo, i denti potrebbero essersi spostati e il retainer non adattarsi alle arcate dentali come un tempo. Nei casi più estremi potrebbe essere addirittura impossibile applicarlo, se i denti si sono spostati eccessivamente. Per questo è importante non dimenticare per numerose notti di fila di indossarlo e portarlo con sé anche in viaggio.

Apparecchio notturno per raddrizzare i denti. Esiste?

contenzione denti

Se hai i denti accavallati e vorresti ricorrere all’ortodonzia per adulti per ritrovare un sorriso più regolare è meglio portare apparecchi per diverse ore al giorno, puoi contare su modelli come:

  • Bracket metallici: è il trattamento più comune. Purtroppo è molto visibile, ma è anche uno dei metodi più efficaci per raddrizzare i denti
  • Bracket in ceramica: si basano sullo stesso principio di quelli metallici ma risultano meno evidenti
  • Apparecchio linguale: si tratta di un apparecchio posto sul lato interno dei denti. È molto efficace e discreto
  • Mascherine trasparenti: rimovibili e discrete, sono gli apparecchi preferiti dagli adulti, Invisalign è sicuramente il brand più famoso e funziona nel 90% dei casi, con il test gratuito e senza impegno puoi scoprire se fa anche per te, clicca sul pulsante sottostante ed effettua il test.

Invisalign funziona nel 90% dei casi, scopri se fa anche al caso tuo

Per scoprire i vantaggi e gli inconvenienti di ciascun apparecchio abbiamo preparato questa tabella comparativa:

Tipo di apparecchio Vantaggi Inconvenienti
Mascherine invisibili Invisalign Quasi invisibile Rimovibili
Facili da pulire
Non sono adatte nei casi più gravi
Tempi di trattamento più lunghi rispetto al classico apparecchio
Apparecchio linguale Invisibile, è posto dietro ai denti Difficile da pulire, richiede un certo tempo di adattamento
È il metodo più costoso
Bracket in ceramica Sono dello stesso colore dei denti, e hanno la stessa efficacia di quelli metallici Possono ingiallire
Sono più cari rispetto ai bracket metallici
Bracket metallici È il sistema meno costoso.
Possibilità di scegliere gli elastici in vari colori
Molto visibili e non adatti a tutti i pazienti

Questi apparecchi dentali vanno portati sia di giorno che di notte, e per diversi mesi (in genere da 9 a 24 mesi). Le mascherine invisibili possono essere rimosse a piacimento, anche se i dentisti consigliano di farlo solo per mangiare e per lavarsi i denti.

Gli apparecchi dentali pensati per riallineare i denti e da indossare solo di notte potrebbero non essere efficaci come quelli che restano posizionati molte ore al giorno. L’efficacia di questi trattamenti ortodontici si basa infatti sull’esercitare in modo costante una spinta sui denti per spostarli correttamente, vanno quindi indossati in modo costante.

Altri tipi di apparecchi dentali notturni

I caschi ortodontici

casco ortodontico apparecchio notturno

I caschi ortodontici vengono considerati degli speciali apparecchi per bambini utilizzati per trattare dei problemi della mascella come il prognatismo o il retrognatismo. Ad un primo impatto possono apparire alquanto sconcertanti: in effetti si fissano sui molari superiori con dei bracket, che poi passano attorno alla testa del paziente. Non consentono una piena libertà di movimento, e per questo sono riservati ad un utilizzo notturno.

Oggi i dentisti e gli ortodontisti cercano di evitarli, ma a volte sono necessari, ad esempio nei seguenti casi:

  • In presenza di importanti spostamenti degli ultimi molari
  • Per correggere una sporgenza eccessiva della mascella superiore
  • Per modificare la posizione della mandibola

Se devi portare un casco ortodontico ti consigliamo di seguire attentamente le raccomandazioni del tuo dentista riguardo al tempo in cui lo devi indossare, in modo da assicurarti le migliori probabilità di successo del trattamento.

Il bite notturno per contrastare il bruxismo

bite notturno per raddrizzare i denti

Il bite anti-bruxismo è un apparecchio dentale notturno indicato per le persone che tendono a serrare le mascelle o a digrignare i denti mentre dormono.

Questi bite vengono in genere realizzati su misura per ogni paziente. Sono composti da silicone o plastica e permettono di preservare i denti dai danni causati dal bruxismo.

I primi risultati possono essere apprezzati dopo qualche mese. Per ridurre il bruxismo è necessario associare all’uso del bite una tecnica di rilassamento.

Gli elastici da applicare all’apparecchio fisso

apparecchio notturno elastici

Quando ci si sottopone ad un trattamento di ortodonzia con i bracket metallici può essere necessario utilizzare degli elastici per esercitare diverse trazioni sui denti.

Gli elastici hanno diversi spessori e possono essere utilizzati in varie configurazioni, a seconda dei risultati ricercati.

Può quindi accadere che gli elastici non consentano di svolgere le normali attività quotidiane, e perciò vengono utilizzati durante le sole ore notturne.

È questo il caso degli elastici verticali, che impediscono di parlare o di mangiare. Ad ogni modo sarà l’ortodontista a spiegarti quando e come applicare gli elastici.

In conclusione

La fase di ritenzione è essenziale nella maggior parte dei casi per garantire che i risultati ortodontici restino permanenti. I retainer svolgono un ruolo molto importante dato che i denti tendono a muoversi, soprattutto durante l’infanzia e l’adolescenza.

Gli apparecchi di contenzione sono abbastanza comodi e facili da indossare. Tuttavia, sono delicati e dovrai assicurarti che non subiscano alcun danno che ne pregiudichi la funzione. Il loro utilizzo dura normalmente 1 anno. Nel caso di bambini, probabilmente dovranno indossare un apparecchio di contenzione per diversi anni poiché le loro ossa sono in costante crescita. Tuttavia, sono dispositivi abbastanza comodi.

Una volta completata la fase di ritenzione, i risultati dell’ortodonzia saranno di lunga durata, sebbene alcuni pazienti debbano continuare a indossare le mascherine di contenzione mentre dormono.

Se stai cercando un apparecchio dentale per raddrizzare i denti da indossare solo la notte devi sapere che per ottenere buoni risultati occorre portare l’apparecchio sia di giorno che di notte.

Come sempre il consiglio che ti diamo è di chiedere il parere del tuo ortodontista, è la persona più indicata per raccomandarti la soluzione più adatta per le tue esigenze ed è stato dimostrato che una buona comunicazione con lui garantisce risultati migliori (come spiegato in questo articolo in inglese).

Scopri subito dove si trova il dentista più vicino a te e che collabora con Invisalign nel caso volessi ricorrere all’ortodonzia invisibile.

Autori:

Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.