Apparecchio dentale notturno: perchè portarlo?

Hai i denti disallineati, storti o accavallati e vorresti portare un apparecchio dentale solamente di notte? Questo tipo di apparecchio esiste, anche se non è un apparecchio dentale vero e proprio; si tratta piuttosto di un apparecchio di contenzione da utilizzare dopo un trattamento ortodontico tradizionale.
Se stai cercando delle informazioni riguardo agli apparecchi dentali notturni sei capitato nel posto giusto! Dottordentista ha deciso di approfondire l’argomento attraverso questa guida completa agli apparecchi dentali notturni, e in particolare sugli apparecchi di contenzione da portare in seguito ad un trattamento ortodontico.

Esiste un apparecchio dentale notturno per raddrizzare i denti?

Se hai i denti accavallati e vorresti ricorrere all’ortodonzia per ritrovare un sorriso più regolare, puoi contare su diversi tipi di apparecchio:

  • Bracket metallici: è il trattamento più comune. Purtroppo è molto visibile, ma è anche uno dei metodi più efficaci per raddrizzare i denti
  • Bracket in ceramica: si basano sullo stesso principio di quelli metallici ma risultano meno evidenti
  • Apparecchio linguale: si tratta di un apparecchio posto sul lato interno dei denti. È molto efficace e discreto
  • Mascherine trasparenti: rimovibili e discrete, sono gli apparecchi preferiti dagli adulti, Invisalign è sicuramente il brand più famoso e funziona nel 90% dei casi, con il test gratuito e senza impegno puoi scoprire se fa anche per te, clicca sul pulsante sottostante ed effettua il test.
INVISALIGN FUNZIONA NEL  90% DEI CASI, SCOPRI SE FA ANCHE PER TE.

Per scoprire i vantaggi e gli inconvenienti di ciascun apparecchio abbiamo preparato questa tabella comparativa:

Tipo di apparecchio Vantaggi Inconvenienti
Mascherine invisibili Invisalign Quasi invisibile Rimovibili
Facili da pulire
Non sono adatte nei casi più gravi
Tempi di trattamento più lunghi rispetto al classico apparecchio
Apparecchio linguale Invisibile, è posto dietro ai denti Difficile da pulire, richiede un certo tempo di adattamento
È il metodo più costoso
Bracket in ceramica Sono dello stesso colore dei denti, e hanno la stessa efficacia di quelli metallici Possono ingiallire
Sono più cari rispetto ai bracket metallici
Bracket metallici È il sistema meno costoso.
Possibilità di scegliere gli elastici in vari colori
Molto visibili e non adatti a tutti i pazienti

Questi apparecchi dentali vanno portati sia di giorno che di notte, e per diversi mesi (in genere da 9 a 24 mesi). Solamente le mascherine possono essere rimosse a piacimento, anche se i dentisti consigliano di farlo solo per mangiare e per lavarsi i denti.

Non esistono pertanto apparecchi dentali notturni per riallineare i denti: l’efficacia di questi trattamenti ortodontici si basa infatti sull’esercitare in modo costante una spinta sui denti per guidarli nella giusta posizione, e vanno quindi portati in modo costante.

Portare un apparecchio dentale notturno durante il periodo di contenzione

apparecchio-dentale-amovibile

Apparecchio dentale amovibile

Dopo un trattamento ortodontico è indispensabile stabilizzare i risultati raggiunti per evitare che i denti ritornino nella loro posizione d’origine. Durante questo periodo, detto di “contenzione”, il paziente deve portare un apparecchio per fissare la posizione dei denti.

L’apparecchio di contenzione può essere fisso, in particolare per i trattamenti sull’arcata inferiore, o amovibile. Nel caso degli apparecchi di contenzione fissi  si tratta in genere di un piccolo filo metallico incollato sul lato interno dei denti, che va tenuto almeno un anno per i bambini e gli adolescenti, e in alcuni casi in modo permanente per gli adulti.

Gli apparecchi contenitivi amovibili sono in genere degli apparecchi notturni declinati in due diverse forme :

  • Gli apparecchi palatali
  • Le mascherine di contenzione

L’apparecchio palatale è composto da una placca palatina collegata ad un filo che serve a mantenere i denti in posizione. Viene realizzato su misura e si applica al palato oppure sui denti inferiori. Può causare alcuni problemi di fonazione ma è molto efficace.

Le mascherine di contenzione invece sono composte da silicone trasparente che si adatta perfettamente alle arcate dentali. Sono facili da rimuove e da riposizionare e sono praticamente invisibili.

Se vuoi puoi trovare altre informazioni sugli apparecchi di contenzione notturni nel video qui sotto:

Le precauzioni da adottare con l’apparecchio notturno

Innanzitutto è bene ricordare che nessun apparecchio di contenzione può impedire completamente lo spostamento dei denti. Per cercare di ottenere i migliori risultati bisogna seguire alcune regole:

  • L’apparecchio di contenzione va portato per tutto il tempo indicato dal dentista, e al minimo per un anno
  • Vanno effettuati dei controlli periodici : 3 o 4 visite nel corso del primo anno, poi almeno una visita all’anno
  • Non bisogna mangiarsi le unghie o passarsi continuamente la lingua sui denti
  • L’apparecchio va portato tutte le notti, senza eccezioni
  • Va pulito ogni giorno con un prodotto apposito
  • Se si rompe o lo si perde va sostituito il prima possibile

Ricorda che il trattamento ortodontico non termina quando si toglie l’apparecchio. Il periodo di contenzione è altrettanto importante e rappresenta l’unico trattamento preventivo che impedisce ai denti di tornare nella posizione iniziale.

Gli altri tipi di apparecchi dentali notturni

I caschi ortodontici

casco-ortodontico

I caschi ortodontici possono essere utilizzati per trattare i problemi di allineamento della mascella.

I caschi ortodontici vengono utilizzati per trattare dei problemi della mascella come il prognatismo o il retrognatismo. Ad un primo impatto possono apparire alquanto sconcertanti : in effetti si fissano sui molari superiori con dei bracket, che poi passano attorno alla testa del paziente. Non consentono una piena libertà di movimento, e per questo sono riservati ad un utilizzo notturno.

Oggi i dentisti e gli ortodontisti cercano di evitarli, ma a volte sono necessari, ad esempio :

  • In presenza di importanti spostamenti degli ultimi molari
  • Per correggere una sporgenza eccessiva della mascella superiore
  • Per modificare la posizione della mandibola

Se devi portare un casco ortodontico ti consigliamo di seguire attentamente le raccomandazioni del tuo dentista riguardo al tempo in cui lo devi indossare, in modo da assicurarti le migliori probabilità di successo del trattamento.

Il bite notturno per contrastare il bruxismo

bite-notturno-bruxismo

Il bite anti-bruxismo si indossa di notte per evitare di rovinarsi i denti in caso di digrignamento o di pressione tra le mascelle

Il bite anti-bruxismo è un apparecchio dentale notturno indicato per le persone che tendono a serrare le mascelle o a digrignare i denti mentre dormono.

Questi bite vengono in genere realizzati su misura per ogni paziente. Sono composti da silicone e permettono di preservare i denti dai danni causati dal bruxismo.

I primi risultati possono essere apprezzati dopo qualche mese. Per ridurre il bruxismo è necessario associare all’uso del bite una tecnica di rilassamento.

Gli elastici

apparecchio-notturno-elastici

In alcune configurazioni gli elastici possono creare dei problemi di fonazione, e vanno quindi portati solamente di notte

Quando ci si sottopone ad un trattamento di ortodonzia con i bracket può essere necessario utilizzare degli elastici per esercitare diverse trazioni sui denti.

Gli elastici sono declinati in diversi spessori e possono essere utilizzati in varie configurazioni, a seconda dei risultati voluti.

Può quindi accadere che gli elastici non consentano di svolgere le normali attività quotidiane, e perciò il loro utilizzo viene relegato durante le sole ore notturne.

È questo il caso degli elastici verticali, che impediscono di parlare o di mangiare.

Ad ogni modo sarà l’ortodontista a spiegarti quando e come portare gli elastici.

In conclusione

Se stai cercando un apparecchio dentale per raddrizzare i denti da indossare solo la notte, niente da fare : non esiste !  Per ottenere dei buoni risultati infatti occorre portare l’apparecchio sia di giorno che di notte.

Come sempre il consiglio che ti diamo è di chiedere il parere del tuo ortodontista: è la persona più indicata per raccomandarti la soluzione più adatta per le tue esigenze.

OTTIENI IL SORRISO CHE HAI SEMPRE DESIDERATO!