Ulcere in bocca o afte: cause, rimedi e prevenzione

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Ulcere in Bocca o Afte: Cause, Rimedi e Prevenzione

afta

Le ulcere della bocca, conosciute anche come afte, sono un disturbo comune del cavo orale. In genere sono benigne e scompaiono con la stessa facilità con cui si presentano, ma possono essere dolorose. Di solito compaiono all’interno di guance e labbra, ma possono anche colpire lingua e gengive.

Poche persone possono dire di non averne mai avuta almeno una. Ma quando poi si presentano non sappiamo cosa fare, e molto spesso speriamo solamente che scompaiono in fretta per conto loro,  esistono però delle semplici e naturali soluzioni per curarle.

In questo articolo andremo ad esaminare i rimedi naturali conosciuti per valutarli assieme e vedere quali sono davvero efficaci. Un’afta della bocca non rappresenta certo un pericolo per la salute, ma non deve nemmeno essere sottovalutata, e comunque è sempre meglio cercare di renderla il meno dolorosa possibile.

Quali sono i diversi tipi di ulcere, qual è il miglior trattamento e quali sono le cause di queste fastidiose lesioni della bocca? Ecco la nostra guida completa.

In questo articolo spiegheremo:

  • Quali sono i diversi tipi di ulcere della bocca?
  • Quali sono le loro cause
  • Come puoi trattarle?
  • Quando sarebbe necessario consultare un medico?

Le afte in bocca in dettaglio  

ulcere in bocca immagini

Queste piccole ulcere della bocca che possono causare tanto dolore possono anche essere chiamate stomatiti aftose. In genere si formano sulla mucosa della bocca, ma possono anche comparire all’interno di guance e labbra, su lingua, gengive (non vanno confuse con le gengive bianche) e in casi meno frequenti su palato e gola.

Hanno forma rotonda, con il centro di colore giallo e i bordi rossastri. Di solito hanno una circonferenza di circa 4 mm che può tuttavia variare in base alle dimensioni del vaso sanguigno interessato e all’estensione della necrosi.

Solitamente scompare dopo 10-15 giorni al massimo, anche se in alcuni casi bastano 4 o 5 giorni per farle diventare solo un brutto ricordo. Colpiscono chiunque: uomini, donne e bambini possono un giorno ritrovarsi una sgradevole afta nella bocca.

Diversi tipi di ulcera della bocca

Ne distinguiamo tre tipi principali:

  • Stomatite aftosa ricorrente
    Si caratterizza per la comparsa di stomatiti aftose nella bocca ad intervalli ravvicinati, con un periodo di inattività tra l’insorgenza degli episodi che può durare da pochi giorni a qualche mese. Si tratta spesso di un tipo di ulcera benigna, che in questo caso viene detta semplice. Diventa “complessa” quando l’insorgenza si ripresenta prima della completa guarigione dall’episodio precedente.Può essere associata a patologie come la malattia celiaca (intolleranza al glutine). Può colpire uomini e donne di qualsiasi età.
  • Ulcera della bocca gigante
    Questo tipo di ulcera è piuttosto rara ma estremamente dolorosa. Si presenta come una o più lesioni, con la più profonda che può avere dimensioni da 1 a 5 cm. Per guarire completamente può essere necessario anche più di un mese e può lasciare delle cicatrici.
  • Afta miliare o erpetiforme
    Anch’essa piuttosto rara, si presenta come una lesione che si manifesta in aggregati. Spesso è composta da numerose ulcere, fino a qualche dozzina. È molto dolorosa ma benigna, e in genere guarisce in una o due settimane.
  • Afte erpetiformi
    Si presentano come numerose piccole ulcere di 1-3 mm di diametro e simulano l’aspetto delle ulcere da herpes virus. Guariscono in un paio di settimane e non lasciano cicatrici. Non bisogna confonderle con l’herpes simplex che tende a presentarsi sul palato, sul bordo delle labbra, sul dorso della lingua e sulla gengiva fissa (quindi non su interno delle guance, pavimento della bocca e zona interna delle labbra, zona in cui sono solite formarsi le afte).

Nella seguente tabella le mettiamo a confronto:

Afte minori Afte maggiori Afte erpetiformi
Incidenza media 75-85% 10-15% 5-10%
Dimensioni Da 5 a 10 mm > di 10 mm 2-3 mm circa
Forma Ovale Bordi irregolari Gruppi da 10 a 100 afte
Tempo di guarigione 7-14 giorni, non lasciano cicatrice Possono impiegare fino a 6 settimane e possono lasciare cicatrici 7-14 giorni, non lasciano cicatrice
Sono contagiose No No No

Perché vengono le afte?

Spesso le reali cause rimangono sconosciute. Ad oggi è ancora difficile stabilire cosa ne provoca la comparsa.
Si pensa che ciò che le provocano siano stress e affaticamento, intolleranze ad alcuni alimenti, mancanza di ferro o vitamine. A volte le cause vanno ricercate in un piccolo trauma orale.

L’uso di apparecchi intraorali, apparecchi ortodontici o protesi dentarie disadattate può causarne la comparsa (in questo articolo parliamo di come gestire il dolore causato dalle mascherine Invisalign o da altri allineatori trasparenti). Anche gli spigoli vivi di denti fratturati o otturazioni possono irritare le parti molli della bocca e causare l’insorgere di ulcere.

Allo stesso modo, le afte potrebbero svilupparsi a causa di attività che causano danni ai tessuti. Qui illustriamo con alcuni esempi:

  • Se ti mordi accidentalmente la lingua
  • Lo spazzolino scivola mentre ti lavi e colpisce le gengive
  • Introduci in bocca cibo molto caldo
  • Metti in bocca oggetti appuntiti

Afte in bocca cause

In alcuni casi più complessi, la causa delle ulcere della bocca è spesso una condizione di salute di base. Ciò è dovuto a carenze vitaminiche, problemi del sistema immunitario o malattie sistemiche. Alcuni esempi includono:

  • Una carenza di acido folico, ferro, zinco o vitamina B12
  • Stress psicologico
  • Cambiamenti ormonali durante il ciclo mestruale
  • Soppressione del sistema immunitario
  • Allergie ad alcuni alimenti
  • Malattie del tratto gastrointestinale, come reflusso gastroesofageo, celiachia e morbo di Crohn
  • Helicobacter pylori, lo stesso che provoca l’ulcera gastrica
  • Reazioni allergiche a farmaci come antinfiammatori, aspirina, ecc.
  • Malattie delle mani, dei piedi e della bocca
  • Lichen planus orale
  • Cancro orale

Tieni presente che quelle persone che hanno smesso di fumare di recente possono presentare più ulcere del solito, poiché nonostante l’eliminazione dell’abitudine, gli effetti della nicotina rimangono presenti nel corpo per un certo periodo.

Ulcere in bocca come curarle?

ulcere bocca

Il trattamento per le diverse ulcere della bocca sulla lingua o sul labbro consiste nell’applicare un gel, una pomata o una crema antisettica o anestetica sull’area interessata. Queste soluzioni topiche disinfettano e alleviano il dolore. Possono anche ridurre il rischio di diffusione dell’infezione e aiutare la guarigione.

In questa famiglia di prodotti ricordiamo senz’altro il Pyralvex, presente sul mercato da diversi anni, che ha dimostrato di essere particolarmente efficace. È disponibile in forma liquida, da applicare con un pennellino, o in crema, da applicare con un cotton fioc. si tratta di un prodotto da banco senza prescrizione e deve essere utilizzato per bambini sopra i sei anni di età.

Inizialmente il prodotto può causare un po’ di pizzicore, ma dopo alcuni secondi offre un reale sollievo, ed elimina le afte in pochi giorni. (Chiedi consiglio al tuo farmacista).

Se il dolore è troppo intenso, puoi consultare il tuo medico per chiedergli se puoi prendere del paracetamolo (sempre secondo le dosi consigliate). In casi meno frequenti il tuo medico potrebbe anche prescriverti degli antibiotici. Come sempre, prima di intraprendere qualsiasi cura farmacologica chiedi il parere del tuo medico o del tuo farmacista.

Alcuni semplici passaggi aiutano il processo di guarigione:

  • Usa uno spazzolino morbido e spazzola delicatamente i denti
  • Evita di consumare cibi molto piccanti, acidi o dolci
  • Mangia cibi morbidi
  • Bevi liquidi con una cannuccia (soprattutto bevande acide come caffè, bibite e succhi di frutta)
  • Evita le gomme da masticare
  • Smetti di usare polvere di carbone attivo fino a quando le afte non sono guarite
  • Evitare di consumare o mettere in bocca cibi o oggetti troppo caldi o taglienti

Come eliminare le afte velocemente?

Esistono diversi rimedi casalinghi per il trattamento delle ulcere del cavo orale che sono del tutto naturali:

  • Gargarismi con acqua calda salata da fare diverse volte al giorno possono dare sollievo
  • Limone: inizialmente può bruciare un po’, ma poi dà sollievo grazie alle sue proprietà antiinfiammatorie. Spremi un limone e applica con un cotton fioc sulla lesione per 4 volte al giorno
  • Ghiaccio: il freddo attenua l’infiammazione e il dolore
  • Liquirizia: può alleviare il bruciore ed è un ottimo agente antiinfiammatorio e curativo. La puoi trovare sotto forma di cerottini da applicare direttamente sull’ulcera. Non limitano in alcun modo la possibilità di parlare o di mangiare
  • Tè nero: ricco di tannini, il tè nero ha delle proprietà analgesiche. Applica una bustina di tè rimasta in ammollo in acqua bollente dopo averla lasciata raffreddare per alcuni minuti
  • Pietra d’allume: applicando la pietra d’allume l’ulcera guarisce più in fretta
  • Foglie di salvia: se in cucina hai una piantina di salvia puoi provare a sfregare delicatamente con una foglia l’area interessata per un rapido sollievo
  • Aceto di sidro: con un cotton fioc puoi applicare l’aceto di sidro direttamente sull’afta
  • Olio essenziale di alloro: intingi un cotton fioc in una goccia di olio essenziale di alloro diluito in olio di oliva e passalo sulla lesione
  • Olio essenziale di albero del tè (melaleuca alternifolia): applica con un cotton fioc per tre volte al giorno, per non più di tre giorni
  • Argilla: aiutandoti con un cotton fioc spargi dell’argilla verde sull’area e lascia agire il più a lungo possibile
  • Propoli: questa sostanza prodotta dalle api contiene sostanze antiinfiammatorie, anestetiche e depuranti. Puoi masticare una barretta di propoli e tenerla in bocca il più a lungo possibile. Puoi anche applicare dell’olio di propoli sull’area o fare dei gargarismi. Di seguito trovi un link per acquistarlo:
CLICCA QUI PER SAPERE IL PREZZO

 Sono soluzioni semplici ma molto efficaci.

Collutorio per curare le afte

afta in bocca

I collutori sono dei rimedi che possono dimostrarsi altamente efficaci. Ecco alcuni esempi di collutori che puoi preparare in casa:

  • Risciacquo con bicarbonato di soda: per alleviare il dolore e ridurre il rischio di infezioni, mescola un cucchiaino di sale con uno di bicarbonato in un bicchiere d’acqua. Fai dei gargarismi con questa soluzione 3 o 4 volte al giorno
  • Risciacquo con verbasco: questa pianta medicinale allevia dolore e irritazioni. Versa una tazza d’acqua bollente su un cucchiaio da tavola di fiori essiccati di verbasco e lascia macerare per 10 minuti. Filtra e usa come colluttorio.
  • Risciacquo con argilla verde: diluisci un cucchiaino di argilla verde in un bicchiere d’acqua tiepida, mescola bene e fai dei gargarismi una volta la giorno. Clicca di seguito per sapere dove comprarlo:
CLICCA QUI PER SAPERE IL PREZZO

Come prevenire le ulcere gengivali o le afte?

ulcera gengivale

Ecco alcune abitudini che puoi adottare per prevenire la comparsa di ulcere sulle gengive o su altre aree del cavo orale.

  • Una corretta igiene orale è ovviamente imprescindibile. Utilizza uno spazzolino morbido per evitare lesioni alle gengive e ricorda di passare il filo interdentale e di visitare il tuo dentista regolarmente.
  • Ridurre il consumo di sale e zucchero ed evitare alimenti che potrebbero provocare l’insorgenza di un’ulcera gengivale.
  • Non consumare cibi o bevande troppo calde e non mangiare pietanze troppo acide o speziate. Sebbene gli studi al momento siano ancora contraddittori, è sconsigliabile utilizzare dentifrici che contengono Sodio Lauril Solfato. Perciò scegli con attenzione il tuo dentifricio.

Se sei preoccupato per le afte provocate da apparecchi intraorali o ortodontici, considera se sono disponibili altre opzioni. In molti casi esistono in commercio alcune tipologie di trattamenti ortodontici e ortopedici che non necessitano di ricorrere all’utilizzo di elementi metallici.

Se hai una protesi mal adattata o otturazioni dentali che ti danno fastidio, consulta il tuo dentista per risolvere il problema affinché non causino danni ai tessuti e conseguenti ulcere.

Le afte sono contagiose?

A differenza degli herpes labiali, le afte non compaiono sulla superficie delle labbra e non sono contagiose. Possono essere tuttavia dolorose e causare fastidio quando si mangia o parla.

Afte e herpes: differenze

Afte Herpes
Ulcere che compaoiono all'interno della bocca e NON sono contagiose Compare come bollicine nella zona esterna della bocca, è contagioso
Compaiono a causa di ferite nella bocca o sulla lingua oppure per via dell'assunzione di alcune sostanze Compare a causa di stress, cambio di temperatura, esposizione alla luce, ecc
Mangiare alcuni frutti o ortaggi può peggiorare la loro guarigione Si manifesta tendenzialmente nello stesso posto ogni volta che compare
Causano dolore in bocca, palato e lingua oltre che bruciore e formicolio Può causare febbre, mal di gola e ghiandole lingatiche ingrossate

Afte nella bocca di un bambino: che fare?

stomatite aftosa

Se durante il pasto vedi che tuo figlio ha il viso tirato dal dolore, piange o ha difficoltà a deglutire persino il suo cibo preferito, allora probabilmente si tratta di un’afta. Sono in genere benigne e possono comparire ad ogni età, dalla prima infanzia all’adolescenza.

Considera che sono piuttosto frequenti tra il primo anno e i tre anni. Spesso sono dovute al cibo, a medicinali o a stress, ma anche ad alcune malattie dell’infanzia che rendono più fragile la salute e il sistema immunitario. Se il bambino si succhia il pollice, ricordati di tagliargli le unghie regolarmente. Per i più piccoli dovrai impedirgli di mettersi in bocca oggetti e giocattoli, anche se in effetti sappiamo tutti quanto difficile sia questo compito. La guarigione è quasi sempre spontanea. Se vedi che il bambino sta soffrendo molto puoi somministrargli del paracetamolo dopo aver consultato il tuo pediatra. Evita di dargli da mangiare cibo molto caldo, dolce o salato poiché potrebbe far aumentare il dolore.

Puoi utilizzare i rimedi fatti in casa, ma con attenzione: ad esempio ai bambini non bisogna somministrare olio essenziale di albero del tè prima dei tre anni. Chiedi sempre il parare del tuo medico o del farmacista anche quando si tratta di rimedi naturali.

Se noti la presenza di diverse afte nella sua bocca, dovresti consultare il tuo medico o pediatra. Inoltre ricorda che se tuo figlio adolescente porta l’apparecchio è molto probabile che presenti delle piccole lesioni nel cavo orale.

Quando consultare il medico?

Non tutti ne sono a conoscenza, ma se vuoi trattare le afte della bocca devi rivolgerti ad un dermatologo, e non a un dentista. Anche se il tuo medico è competente e può senz’altro aiutarti, ti consiglierà comunque di fare un controllo dermatologico.

È necessario consultare un medico quando:

  • il dolore è troppo forte
  • il dolore perdura dopo alcuni giorni o si intensifica
  • le ulcere perdurano per più di due settimane
  • le lesioni sono di grandi dimensioni (più di 1 cm di diametro), quando sono numerose (più di 4 contemporaneamente) e quando si presentano di frequente (più di 4 episodi all’anno).
  • non riesci a mangiare per il dolore
  • le ulcere sanguinano
  • hai febbre o ti senti affaticato
  • hai altre lesioni sul corpo

Infine, una lesione che sembra un’ulcera ma non provoca dolore spesso non è un’afta.  Si tratta di qualcos’altro, e dovresti consultare un dermatologo.

Per concludere

Le ulcere della bocca sono molto spesso benigne, ma possono essere molto dolorose. Anche se scompaiono in fretta, è sempre meglio trattarle.

Non perdere troppo tempo a ricercarne la causa (a meno che tu ti stia chiedendo perché continuano a ripresentarsi) poiché può essere molto difficile da determinare. L’importante è prevenirle e trovare una soluzione per curarle. Per farlo hai molte possibilità, che spaziano  dai trattamenti medici ai rimedi fatti in casa. Se hai dei dubbi, se soffri di episodi frequenti, se le tue ulcere sono molto dolorose o al contrario completamente indolori dovresti visitare il tuo medico o il dermatologo. Il video che segue ti darà dei validi consigli per la prevenzione delle afte orali:

Autori:
Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.