Malattie della bocca e salute orale: i nostri articoli

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Principali malattie della Bocca: I Nostri Articoli

Esistono diverse possibili malattie della bocca. Raramente consideriamo il cavo orale quando pensiamo alla nostra salute generale. Ma la realtà è che la tua salute di questa parte del corpo può influire direttamente su quella generale e sulla qualità di vita.

Per questo motivo a Dottordentista ti invitiamo a leggere la nostra selezione di articoli su una vasta gamma di argomenti relativi alle patologie del cavo orale. Troverai informazioni su:

  • Problemi comuni e soluzioni relative alla salute orale.
  • Cosa puoi fare per migliorare la tua salute orale.
  • Quando farti visitare da un dentista.

Ci auguriamo che leggendo questi articoli possa mantenere la tua bocca sana e vivere così una vita migliore.

Salute della bocca, perché e importante?

malattie della bocca

La bocca è una delle prime parti del corpo che entra in contatto con i cibi e le bevande che ingeriamo, e quindi è importante mantenerla in buone condizioni. I batteri presenti nella bocca di adulti e bambini possono determinare negli stessi la diffusione di virus o l’insorgenza di carie dentali, malattie parodontali o altre patologie come il bruxismo. 

Inoltre, la bocca è anche uno specchio della salute generale dell’individuo, e quindi mantenere una buona igiene orale può aiutare a prevenire problemi di salute più gravi. La pulizia dei denti è consigliata almeno 2 volte l’anno. Ha lo scopo di rimuovere in modo completo placca e tartaro, e di prevenire la possibilità di contrarre malattie del cavo orale.

Principali patologie della bocca

Carie

nomi parti della bocca

Iniziamo questo elenco con uno dei problemi più diffusi associati alla salute orale: la carie. Si tratta di un problema che la maggior parte delle persone affronterà ad un certo punto della propria vita, anche se è facilmente prevenibile.

La carie dentale rappresenta una patologia infettiva di tipo cronico e degenerativo, causata da una combinazione di fattori diversi. Questa condizione affligge circa l’80% degli individui nei Paesi avanzati e si sviluppa attraverso un processo iniziale di perdita di minerali dai tessuti duri del dente, come lo smalto e la dentina, a seguito dell’azione degli acidi prodotti dalla placca batterica che si deposita sulle superfici dei denti.

Puoi leggere tutto sulle cause della carie, i sintomi e la prevenzione nella nostra guida completa. Se vuoi saperne di più sugli intarsi Onlay/Inlay, una soluzione alle carie estese, puoi leggere l’articolo che gli abbiamo dedicato.

Mal di denti

Un mal di denti può essere il risultato di un’infezione o di un dente danneggiato, oppure può essere un effetto collaterale di un’operazione eseguita dal dentista, come un’estrazione o l’applicazione di otturazioni.

Qualunque sia la causa del tuo mal di denti, vorrai sapere come sbarazzartene velocemente. Per fortuna, puoi leggere il nostro articolo sulle cause del mal di denti e sul trattamento per scoprire se hai bisogno di andare da un dentista per cure urgenti.

Ascesso dentale

Un ascesso dentale è una sacca di pus che si forma quando un’infezione batterica rompe il tessuto circostante e può essere estremamente doloroso e causare danni irreversibili oltre che alitosi. Scopri come riconoscere i sintomi di questo problema leggendo la nostra guida alle fasi e al trattamento dell’ascesso o di un’infezione dentale, così potrai rivolgerti al dentista per una cura adeguata.

Estrazione di un dente

estrazione denti

Ci sono molte ragioni per cui potresti aver bisogno di un’estrazione del dente, probabilmente in nessun caso ti approccerai a questa operazione a cuor leggero. 

Per aiutarti a sentirti più preparato per la tua rimozione dei denti, dai un’occhiata alla nostra guida all’estrazione dei denti e saprai tutto sul processo, il recupero e i modi per far si che sia l’operazione che il post-operatorio vadano al meglio.

Denti del giudizio

I denti del giudizio si chiamano così perché compaiono più tardi rispetto agli altri, di solito tra i 17 ei 25 anni. Sono anche chiamati terzi molari in gergo medico e a volte possono causare problemi. Alcune persone possono vivere tutta la loro vita senza dover rimuovere i denti del giudizio, ma per molti può risultare necessaria l’estrazione. Puoi leggere di più sui problemi dei denti del giudizio e su cosa fare al riguardo nel nostro articolo dettagliato.

Se provi dolore ai denti del giudizio per molti giorni di fila vale la pena visitare un dentista per un controllo. Può essere che sia un normale dolore causato dall’eruzione, o potrebbe darsi che non trovano sufficiente spazio per crescere, nel qual caso dovranno essere rimossi.

Agenesia dentale o mancanza di uno o più denti

L’agenesia dentale è ciò che comunemente conosciamo come la mancanza o l’assenza di un dente. Ha luogo quando alcuni denti non spuntano in bocca, è abbastanza comune in un’alta percentuale di esseri umani e può verificarsi sia nei denti permanenti che in quelli da latte.

È stato osservato che l’agenesia colpisce più frequentemente l’arcata superiore rispetto a quella inferiore e che i denti del giudizio sono quelli che sono soliti mancare con maggiore frequenza, sebbene la mancanza di questi molari non sia un grande problema poiché in molti casi vengono estratti. Se vuoi sapere di più sull’agenesia leggi il nostro articolo.

Bruxismo

Il bruxismo, più comunemente indicato come digrignamento dei denti, è la situazione in cui stringi o digrigni i denti involontariamente. 

Se digrigni i denti, può anche darsi che non sappia che lo fai, tuttavia questa cattiva abitudine potrebbe spiegare eventuali mal di testa o dolori alla mascella. Per saperne di più sul bruxismo e se soffri di questa condizione, leggi il nostro articolo.

Tra i rimedi più comuni per il bruxismo si propone solitamente l’utilizzo di un bite dentale per evitare l’usura dei denti e contribuire al riposizionamento dell’articolazione temporo-mandibilare. Sappi inoltre che esistono bite rigidi e bite morbidi e che ognuno ha un costo che varia molto a seconda delle loro caratteristiche.

Denti sensibili

malattie bocca

Ti risulta doloroso mangiare il gelato o sorseggiare un ​​caffè fumante? Probabilmente soffri allora di sensibilità ai denti. Si tratta di una condizione abbastanza comune che può essere causata da smalto consumato, danni a un dente o radici scoperte, solo per citare alcune possibili cause.

Può darsi che un semplice cambiamento nel dentifricio ti aiuti a far sparire i sintomi, oppure può essere che i tuoi denti sensibili siano il sintomo di un problema più serio che dovrà essere trattato dal tuo dentista. 

Pulpite o pulpite secca

La pulpite è il nome medico con cui si indica un’infiammazione del tessuto della polpa dentale. Si tratta di una condizione abbastanza dolorosa. Fortunatamente, la pulpite è solitamente curabile e reversibile, specialmente se diagnosticata precocemente.

Emergenze dentistiche

Un’emergenza dentistica può capitare a chiunque, quindi è importante sapere come affrontarla. Che tu stia soffrendo di un dolore molto intesno, che abbia perso un dente permanente o una corona o che abbia in corso una grave infezione, è importante che tu vada da un dentista il prima possibile.

Ciò vale anche nel caso di una rottura o scheggiatura di un dente. Nel caso sia solito praticare sport di contatto come boxe o rugby è sempre consigliato indossare un paradenti.

Puoi leggere il nostro articolo sul pronto soccorso dentistico per scoprire cosa costituisce un’emergenza dentistica, cosa fare se ne hai una e i modi per alleviare il dolore fino a quando non puoi visitare il tuo dentista.

Gengive che sanguinano

malattie bocca gengive

I problemi della bocca non riguardano solo i denti ma anche gengive e tessuti molli.

Il sanguinamento delle gengive può essere causato da diversi fattori ed è importante non ignorare questo sintomo.

Inoltre, può essere anche abbastanza facile da trattare, potrebbe essere sufficiente perfezionare la tua tecnica durante lo spazzolamento o aggiungendo il filo interdentale alla tua routine di igiene orale. Puoi imparare tutto su come fermare il sanguinamento delle gengive e iniziare a prenderti cura della tua bocca.

Gengivite

Se non ti occupi per tempo delle gengive sanguinanti potresti sviluppare una gengivite, infiammazione che si estende sotto il margine gengivale e il primo stadio della malattia parodontale (approfondisci qui di cosa si tratta). La gengivite è abbastanza comune, ma questo non significa che debba essere ignorata. Può infatti trasformarsi in una condizione più grave, la parodontite, che potrebbe eventualmente portare alla perdita dei denti, al deterioramento delle ossa della mascella e alla recessione gengivale.

Vorresti saperne di più sulla gengivite, anche riguardo a cosa puoi fare per trattare la situazione in modo che non si trasformi in una condizione peggiore? Leggi il nostro articolo sulle cause, i sintomi e il trattamento delle malattie gengivali più comuni oppure quello sulle gengive bianche.

Ulcere o afte 

afta in bocca

Le ulcere della bocca, vengono chiamate anche stomatiti aftose o ulcere aftose. Sono lesioni che possono comparire nel cavo orale e si formano sui tessuti della mucosa orale. Sono un problema di salute orale abbastanza comune. 

Normalmente, un’afta non è nulla di cui preoccuparsi e  in molti casi, si risolvono in pochi giorni. Ma a volte, un’ulcera alla bocca – o una bocca piena di ulcere – può indicare un problema di salute più serio. In ogni caso, la nostra guida completa alle cause, ai sintomi e al trattamento delle afte contiene molte informazioni utili.

Afta quando preoccuparsi?

In genere, le afte scompaiono da sole dopo una o due settimane, ma se durano più a lungo o se si ripetono frequentemente, potrebbero essere un segnale di un problema di salute più serio. Pertanto, è importante rivolgersi al medico o dentisti. 

Cisti dentale


La cisti dentale rappresenta una condizione clinica in cui si forma una sacca o un’escrescenza piena di liquido all’interno dei tessuti circostanti un dente. Questa formazione può derivare da varie cause, tra cui infezioni, reazioni infiammatorie o ostruzioni dei canali salivari. Le cisti dentali possono svilupparsi in diverse parti della bocca, come la radice di un dente, il tessuto osseo o la gengiva.

Lingua gialla

Una delle cause principali della lingua gialla è una scarsa igiene orale e la trascuratezza nel spazzolamento dei denti. Ciò che si può vedere in questi casi sono le cellule che si trovano sulla superficie della lingua e in questo caso i batteri sono responsabili della generazione di questa colorazione. 

Un’altra causa della lingua gialla e che deve essere trattata immediatamente è l’ittero, poiché è causato da problemi alla cistifellea, al fegato e al pancreas, alcuni degli organi più sensibili del corpo umano.  

Candidosi orale

La candidosi orale è un’infezione da lievito che provoca placche biancastre (mughetto) in bocca e sulla lingua. La candida orale è più comune nei neonati e negli anziani, ma può comparire a qualsiasi età. Il mughetto orale nei bambini di solito non è grave.  Se troviamo placche bianche nel cavo orale dovremmo sempre rivolgerci al medico o dentista perché si avrà sicuramente bisogno di un trattamento farmacologico.

Xerostomia o bocca secca

bocca secca

La xerostomia, più comunemente nota come “bocca secca”, si verifica quando non si produce sufficiente saliva. Per alcune persone è un lieve fastidio, per altre è una condizione cronica che porta a notti insonni, difficoltà di deglutizione e gravi problemi dentali.

Le cause e gli effetti della secchezza delle fauci sono più di quanti si creda, puoi leggerli nel nostro articolo sulla xerostomia. La buona notizia è che può essere abbastanza semplice alleviare il problema correggendo un’eventuale trattamento terapeutico. Nei casi più gravi, esistono prodotti che aiutano a ridurre i sintomi.

Ageusia o perdita del gusto

L’augeusia è il disturbo che implica la perdita o la riduzione considerevole del gusto e quindi della capacità di sentire i sapori. Di solito è la conseguenza di vari disturbi che interessano una o più delle strutture organiche coinvolte nella percezione dei sapori oppure di qualche danno o deterioramento funzionale di tali strutture come nel caso di una paralisi facciale che può accompagnare l’ageusia.

Alcune persone che hanno contratto il Covid-19 hanno riscontrato questo problema anche dopo essere guarite. Molti, oltre ad ageusia hanno sofferto di anosmia, perdita del gusto.

Nel nostro articolo ti spieghiamo in dettaglio le possibili cause e come si tratta questo disturbo.

Domande frequenti

Mallattie bocca: chi cura le patologie della bocca?

I denti, ma anche la lingua, il palato, le tonsille e altri tessuti presenti nella bocca possono essere oggetto di cura da parte del dentista. Ecco perché è così importante effettuare controlli regolarmente.

Autori:
Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale.
Revisionato dal punto di vista medico da:
Dr.ssa Maria Forns
Dr.ssa Maria Forns
La Dr.ssa Forns si è laureata con lode in Igiene Dentale il 2015 presso l’Istituto “La Segarra” a Cervera, Spagna, effettuando un tirocinio abilitante di cinque mesi in Clinica Dentale.
Fonti

Ministerio della satute: Carie. Consultato il 11 aprile 2023. 

Medicitalia: La candidosi orale. Consultato il 11 aprile 2023. 

Medicitalia: Dolorose, recidivanti, tediose: sono le afte buccali! Cosa fare? Consultato il 11 aprile 2023. 

Infodent: Il 60% circa della popolazione italiana è affetto dalla malattia parodontale. Consultato il 11 aprile 2023.