Assicurazioni dentistiche senza massimale: cosa c’è da sapere

Ogni volta che ti rivolgi ad un medico, acquisti dei medicinali dal farmacista o prendi un appuntamento dal tuo dentista per una detartrasi devi sostenere delle spese. In alcuni casi il Servizio Sanitario Nazionale ti rimborserà una parte dei costi, ma per diverse spese mediche non è previsto alcun rimborso. È proprio in questi momenti che una buona assicurazione può venire in nostro soccorso.

Noi di dottordentista.com abbiamo deciso di scrivere questo articolo per fornirvi tutte le informazioni necessarie sulle assicurazioni dentistiche senza massimale. Per poter scegliere la migliore assicurazione dentistica per te e la tua famiglia devi sapere cosa significa sottoscrivere una polizza con massimale illimitato.

A cosa serve un’assicurazione dentistica?

L’assicurazione dentistica ti permette di beneficiare di tassi di rimborso più o meno vantaggiosi per aiutarti a sostenere i costi delle cure e dei trattamenti dentali che hai effettuato.

Puoi trovare una vasta offerta di assicurazioni complementari con prezzi e tassi di rimborso molto diversi tra loro. Esaminando le varie polizze potrai notare che alcune impongono dei massimali di rimborso a seconda delle cure dentali effettuate.

In linea generale, quando ti rivolgi al dentista, ad esempio per fare una pulizia dei denti o per curare una carie, il SSN ti rimborsa il 19% delle spese sostenute, al lordo della franchigia di 129,11 euro. Il resto delle spese saranno invece coperte dalla tua assicurazione dentistica complementare: perciò in questi casi non dovrai pagare di tasca tua nemmeno un euro.

Se hai dei figli saprai sicuramente che i costi dell’ortodonzia sono piuttosto onerosi. Alcune regioni prevedono delle agevolazioni per i minori di 16 anni affetti da gravi patologie o per le persone provenienti da un contesto sociale disagiato o con reddito ISEE inferiore a una cifra prestabilita (in Emilia Romagna ad esempio si ha diritto a cure dentistiche gratuite con un reddito inferiore a 8000 euro all’anno). Alcune assicurazioni prendono in carico anche l’ortodonzia in età adulta, ma non tutte lo fanno.

Anche per quanto riguarda l’installazione di corone o di protesi dentarie il SSN prevede sempre lo stesso rimborso (19% al lordo della franchigia di 129,11 euro). Viste le cifre richieste dal dentista per installare una corona (anche più di 1000 euro in una grande città del Nord) è evidente l’importanza di scegliere una buona assicurazione dentistica che ci consenta di ammortizzare il più possibile le spese sostenute.

Perché scegliere un’assicurazione senza massimale?

Scegliere un’assicurazione dentistica senza massimale rappresenta un vero e proprio investimento quando si devono eseguire dei trattamenti di una certa entità : un’assicurazione senza massimale è più costosa rispetto ad una che invece propone una copertura “standard”, ma offre dei vantaggi innegabili. Se devi installare delle protesi, delle corone o degli Inlay, ad esempio, dovrai sostenere delle spese molto elevate, e non sarà certo il rimborso garantito dal SSN a risolvere la situazione.

Ovviamente prima di sottoscrivere qualsiasi assicurazione dovrai studiare attentamente le garanzie offerte e valutare gli importi dei contributi richiesti, tenendo a mente che sottoscrivere questo tipo di polizze ha senso solamente se ti devi sottoporre a cure molto costose e se non hai altre agevolazioni da parte della tua regione. Un’assicurazione senza massimale infatti non prevede un limite al rimborso che puoi ottenere, qualsiasi sia la cifra che spenderai per sottoporti alle cure dentistiche.

Inoltre con un’assicurazione di questo tipo non sarai soggetto al cosiddetto periodo di carenza, previsto da quasi tutte le assicurazioni tradizionali : in pratica è il periodo di tempo che passa dal momento in cui sottoscrivi la polizza al momento in cui risulti effettivamente assicurato. Con un’assicurazione senza massimale sei coperto dal momento in cui sottoscrivi la polizza (ma prenditi sempre il tempo per leggere il contratto d’adesione se vuoi evitare brutte sorprese !).

A chi può essere utile un assicurazione dentistica?

assicurazioni-per-tuttiTutti noi possiamo trarre più o meno vantaggio da un’assicurazione dentistica senza massimale, a patto di avere le disponibilità economiche per sottoscriverla e soprattutto se ne abbiamo realmente bisogno : se si devono sostenere solamente delle piccole spese non ha alcun senso sottoscrivere queste polizze.

In definitiva sono l’ideale per chi deve affrontare delle cure complesse e piuttosto costose, come un anziano che vuole una dentiera completa o una persona che deve installare numerosi ponti e/o corone : sono tutti interventi che richiedono l’esborso di cifre ragguardevoli, e rimborsate solo in minima parte dal SSN.

Assicurazioni dentistiche senza massimale: cosa c’è da sapere
Vota questo articolo

Assicurazione Dentistica Senza Massimale: Cosa Sapere - Dottordentista.com