Malocclusione 2 Classe: carratteristiche, cause, trattamento

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

Malocclusione 2 Classe di Angle. Cos’è, Trattamenti di Correzione

malocclusione seconda classe

L’ortodonzia è spesso pensata solo per riparare la posizione dei denti storti, ma in molti casi viene utilizzata per risolvere problemi di morso, come la malocclusione di 2 Classe. Le persone con questa classificazione hanno denti superiori che sono troppo avanti rispetto a quelli inferiori, fattore che contribuisce ad un morso non corretto.

La malocclusione di seconda Classe è uno dei problemi più comuni in ortodonzia e non vanno sottovalutate le sue conseguenze negative sulla salute e sull’estetica del viso. Tuttavia, questo problema rappresenta una sfida in termini di trattamento, in particolare nei pazienti adulti, per i quali gli apparecchi ortodontici convenzionali potrebbero non essere sufficienti.

In questo articolo spieghiamo il profilo e le caratteristiche del morso di Classe 2, nonché i diversi tipi di trattamento utilizzati per correggerlo.

Consigli per scegliere il miglior trattamento di ortodonzia invisibile nella tua città

DR SMILE è una marca di ortodonzia invisibile rinomata e che offre trattamenti efficaci. Con gli allineatori trasparenti si possono risolvere il 90% dei problemi ortodontici dei pazienti, inclusi casi di overbite (sovramorso) e altri tipi di malocclusione di II classe.

Se sei interessato a utilizzare allineatori invisibili, ti consigliamo di utilizzare il localizzatore DR SMILE che ti lasciamo di seguito. È uno strumento gratuito che il marchio ti mette a disposizione e ti consente di individuare cliniche vicino a te dove potrai prenotare una visita senza impegno e che include una scansione 3D.

Che cos’è una malocclusione?

Il termine ‘occlusione’ in ortodonzia e odontoiatria si riferisce al modo in cui le arcate dentarie superiori e inferiori si posizionano l’una rispetto all’altra durante il morso. Una occlusione normale esiste quando entrambe le arcate dentarie si incastrano correttamente e senza problemi nelle posizioni. Quando ciò non accade e c’è un disallineamento o una relazione errata tra l’arcata superiore e quella inferiore si ha, dunque, una malocclusione.

Edward Angle, il padre dell’ortodonzia moderna, classificò le malocclusioni nel 1899 in tre classi. Angle si basava sulla posizione del primo molare mascellare (superiore) e sulla sua relazione con il primo molare mandibolare (inferiore).

Quando entrambi i molari sono collegati in modo ottimale, ma ci sono altri problemi di allineamento nei denti anteriori, si tratta di una malocclusione di Classe I.

Siamo di fronte a una malocclusione di seconda Classe, invece, quando il primo molare superiore è più avanzato di quello inferiore.

Quando il primo molare superiore è più arretrato di quello inferiore, infine, si tratta di una malocclusione di 3 Classe.

malocclusione dentale 2 classe

Che cos’è la malocclusione dentale di 2 Classe?

La malocclusione di Classe 2 si verifica quando il livello dell’arcata superiore è più avanzato rispetto a quello dell’arcata inferiore, generalmente a causa di una mascella eccessivamente prominente o di una mandibola sottosviluppata. Ciò impedisce alla persona di mordere normalmente, poiché c’è una separazione tra i due archi che ne impedisce la qualità.

Nei casi di morso di Classe 2, inoltre, la mascella e i denti superiori si sovrappongono in modo significativo alla mandibola e ai denti inferiori. Ciò significa che i denti superiori sono troppo avanti rispetto a quelli inferiori e/o li coprono quasi completamente.

Quali sono le cause della malocclusione di II Classe?

Una malocclusione dentale di seconda Classe può essere ossea o scheletrica dentale a seconda della causa. Una Classe II è ossea o scheletrica quando è causata dalla presenza di uno squilibrio o da una crescita anormale delle ossa facciali. Di solito è dovuto a una mancata crescita della mandibola (retrognatismo mandibolare), sebbene in alcuni casi la causa possa essere anche un’eccessiva crescita della mascella superiore (prognatismo mascellare).

I fattori che influenzano lo sviluppo della Classe scheletrica II sono, a seconda del caso, generalmente di origine genetica o correlati a difetti congeniti. Ma anche i problemi nutrizionali svolgono un ruolo importante tra le cause, in quanto possono impedire il corretto sviluppo delle ossa.

La malocclusione di Classe II si verifica quando l’arcata superiore è avanzata rispetto all’arcata inferiore, ma le ossa mascellari presentano uno sviluppo normale. Le cause di questo problema possono essere:

  • perdita prematura dei denti da latte,
  • anomalie nell’eruzione dei molari superiori,
  • agenesia dentale
  • abitudini orali inadeguate che alterano i rapporti tra le arcate.

Tipi di morso di Classe 2

Classe II, 1 Divisione

In questo tipo di malocclusione gli incisivi superiori sono inclinati verso l’esterno. La malocclusione di classe 2 divisione 1 dà origine a un sovramorso orizzontale in cui l’arcata superiore è uno o diversi millimetri più avanti dell’arcata inferiore, in modo che gli incisivi di entrambe le arcate dentarie siano separati (rapporti di sporgenza).

Classe II, 2 Divisione

Si verifica in presenza di incisivi centrali mascellari inclinati verso l’interno, mentre gli incisivi laterali si inclinano verso l’esterno. In alcuni casi, tuttavia, tutti gli incisivi superiori si inclinano verso l’interno, mentre i canini sono inclinati verso l’esterno. La malocclusione di seconda Classe divisione 2 è spesso accompagnata da un morso profondo senza overjet (la distanza orizzontale fra i margini incisali degli incisivi superiori e i margini incisali di quelli inferiori).

Conseguenze 

Problemi di morso

La Classe II è la causa di numerosi problemi ortodontici legati al morso, tra cui:

  • Overbite o overjet orizzontale. La maggior parte dei casi di overbite (sovramorso) sono causati da una malocclusione di Classe II. Corrisponde alla Divisione 1, in cui vi è una proiezione o separazione tra gli incisivi di ogni arcata dentaria;
  • Morso verticale, morso profondo o morso eccessivo (overbite). Succede quando i denti anteriori superiori si sovrappongono o coprono quelli inferiori per più di un terzo. Nei casi più gravi, i denti inferiori possono toccare il tessuto gengivale dietro i denti superiori;
  • Morso aperto. Questo tipo di malocclusione si verifica quando c’è uno spazio tra le due arcate quando la mandibola e la mascella sono unite. Il morso aperto non è sempre correlato all’angolo di Classe II;
  • Morso incrociato. Si riferisce a una situazione in cui uno o più denti superiori si trovano dietro l’arcata inferiore. Non tutti i casi di morso incrociato rispondono a una malocclusione di Classe II.

Problemi di salute ed estetici

malocclusione di seconda classe

Oltre ai problemi di morso, la Classe II ha diverse conseguenze negative sul quadro clinico generale di chi ne soffre, sia per la salute che per l’estetica. Tra le principali conseguenze si trovano:

  • Maggiore difficoltà nell’igiene dentale che aumenta la possibilità di sviluppare placca dentale. E che può portare, a sua volta, a carie, gengiviti e parodontiti;
  • Bruxismo. Le persone con malocclusioni spesso soffrono anche di bruxismo, che le fa stringere i denti involontariamente. Questo logora i denti nel tempo e porta anche ad altri problemi di salute;
  • Disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare. Poiché non c’è equilibrio nell’occlusione, l’articolazione temporo-mandibolare può essere interessata, causando problemi alla mandibola stessa, oltre che muscolari, mal di testa e persino disfunzioni della mascella e nel volto;
  • Problemi estetici. A volte il morso di Classe 2 può portare a squilibri facciali, come nel caso del retrognatismo mandibolare. Ciò si verifica quando la mascella è più piccola del solito, il che colpisce gravemente il profilo facciale in modo negativo, producendo un aspetto da ‘mento debole’. La protrusione del dente può anche far sembrare che il paziente abbia ‘denti sporgenti’.

Come si corregge la malocclusione dentale di Classe 2?

Il trattamento di Classe II in ortodonzia è classificato in base allo stato di crescita del paziente. Il trattamento precoce dei bambini con questo tipo di problemi è più efficace che attendere la prima adolescenza per utilizzare l’apparecchio ortodontico per ristabilire i rapporti tra le arcate.

Apparecchio per malocclusione di 2 classe

Le migliori strategie di trattamento per una malocclusione di Classe II nei bambini includono l’uso di apparecchi funzionali rimovibili o fissi, che migliorano principalmente la crescita della mandibola. Gli apparecchi extraorali vengono utilizzati anche per limitare la crescita della mascella.

A differenza dei bambini e degli adolescenti, la terapia prevista nei casi di adulti con malocclusione dentale e scheletrica di Classe 2 è più limitata.

Se si tratta di una malocclusione dentale di II Classe, per correggere il morso si può ricorrere all’ortodonzia con elastici o ad allineatori invisibili. In alcuni casi è necessaria l’estrazione dentale, ma è anche possibile utilizzare dispositivi come il pendolo di Hilgers per evitare l’estrazione stessa. Nel seguente video viene mostrato come funzionano gli elastici negli apparecchi ortodontici fissi:

Per quanto riguarda la Classe scheletrica II, c’è poco da fare in un adulto per correggerla. Se il problema non è molto grave, tuttavia, l’ortodonzia può essere utilizzata per mimetizzare la malocclusione di Classe 2 senza intervento chirurgico e migliorare l’aspetto.

Nei casi di sintomi più gravi, comunque, la chirurgia maxillo-facciale è l’unico modo per ridurre i problemi funzionali ed estetici associati a questa condizione. Rivolgiti ad un medico per prenotare un appuntamento per la tua visita di controllo.

Domande frequenti

Si può prevenire la malocclusione di seconda Classe?

Se diagnosticata precocemente, la malocclusione di Classe II può essere controllata dalla ortodonzia intercettiva nei bambini. Le abitudini di suzione devono essere eliminate in tempo per prevenire o correggere naturalmente eventuali problematiche legati all’occlusione. Anche altre abitudini come la respirazione orale o la deglutizione atipica nell’infanzia dovrebbero essere soppresse per evitare conseguenze dannose che portano a una malocclusione, con conseguenze bisogno di una terapia specifica, apparecchio ortodontico e visite costanti.

Quanto tempo ci vuole per correggere una malocclusione di Classe II?

In genere, la terapia ortodontica per correggere questo tipo di morso richiede dai 18 ai 24 mesi. Per ottenere un range di tempo, comunque, sempre meglio prenotare una visita sia online che in presenza per comprendere bene il tuo caso e correre ai ripari.

Contatta uno specialista per farti visitare senza impegno e ricevere informazioni sul trattamento con ortodonzia invisibile:

Autori:

Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.