Impianti dentali: costi e informazioni

Se di recente hai perso un dente a causa di una carie, un problema gengivale, una malattia parodontale o una lesione, stai probabilmente pensando di installare un impianto e vorresti saperne di più sull’argomento.

Stai cercando nel posto giusto: Dottordentista.com con questa guida ti spiega in dettaglio cos’è un impianto dentale, i costi da sostenere e i vantaggi e gli svantaggi di questa procedura.

Saprà rispondere alla maggior parte delle tue domande e ti aiuterà a sapere se l’impianto è la soluzione giusta per te. Se tuttavia dovessi avere ancora delle domande che non hanno ricevuto una risposta, non esitare a contattarci sulla nostra pagina di contatto.

Che cos’è un impianto?

Un impianto è una radice dentale artificiale. E’ inserita in modo permanente o temporaneo nella mascella per fissare un dente artificiale. Di solito è composta di titanio, un materiale biocompatibile con l’osso della mascella.

impianti-dentali-modelloLa fusione dell’osso e dell’impianto è un fenomeno conosciuto come osteointegrazione. Questo processo può avvenire grazie alle caratteristiche fisiche del titanio; è proprio per questa sua proprietà che viene adoperato questo materiale. Quando si perde un dente, si perde anche una parte dell’osso che lo sosteneva. Durante l’installazione dell’impianto, è a volte necessario ricostituire in parte l’osso.

Gli impianti dentali aiutano a stabilizzare la mascella, a impedire una maggiore perdita ossea e a conservare la forma dell’osso mascellare. Sono una pratica alternativa alle dentiere poiché non si tolgono e sono molto più confortevoli e naturali. Una volta che lo si è installato, è come avere di nuovo il dente perso: non si percepisce nessuna differenza.

Per queste ragioni, sono preferibili ai ponti e alle corone tradizionali, dato che non sono semplicemente cementati alla mascella. Evitano inoltre i problemi di allineamento o di dolore che le altre tecniche ricostruttive possono comportare. Infine, i ponti e le corone fissate su un impianto non si spostano, evitando così tutti i problemi che si potrebbero riscontrare nel parlare e nella masticazione.

I tipi di impianti dentali

Ne esistono principalmente due.

Il primo tipo è detto impianto endosseo. Viene inserito direttamente nella mascella e può fissare uno o più denti.

Il secondo tipo è detto impianto sottoperiosteo. Consiste in una base metallica posta sulla mascella sotto le gengive. I monconi sporgono dalle gengive per sostenere la protesi. Questo tipo di approccio è meno comune ma può essere utile per quei pazienti che presentano una mascella bassa o poco spessa.

radiografia impianto sottoperiosteo

Radiografia impianto sottoperiosteo

Per poter ricevere queste procedure, il paziente deve avere delle gengive forti e sane, e una mascella in grado di sopportarle e mantenerle.

Delle visite frequenti dal dentista e un’igiene orale impeccabile sono assolutamente necessarie per una corretta manutenzione a lungo termine (spazzolarsi bene i denti deve diventare una priorità).

La procedura 

Prima dell’operazione deve essere messa in atto una programmazione meticolosa: i nervi, i seni nasali, la forma e le dimensioni delle ossa sopra e attorno all’area interessata devono essere attentamente catalogati.

Nel corso dell’esame preliminare il tuo chirurgo dentista farà una radiografia della mascella, prestando particolare attenzione alla zona dell’intervento.

Visita specialistica implantologica

Visita specialistica implantologica

Possono anche essere necessarie delle scansioni e una radiografia panoramica dei denti superiori, inferiori e della struttura ossea. Si può così valutare lo stato della dentatura, l’altezza e lo spessore dell’osso per poter preparare al meglio l’operazione.

Va sottolineato che in alcuni casi la procedura è effettuata con il computer. La tomodensitometria è attualmente la tecnica radiografica più avanzata, e può essere utilizzata per analizzare e stabilire un piano di trattamento. I tuoi denti e le gengive verranno esaminati, ed ogni eventuale problema dovrà essere trattato prima di iniziare l’operazione.

L’operazione si svolge in procedura ambulatoriale (non è necessario trascorrere la notte in ospedale). Può essere eseguita nello studio del tuo dentista. L’operazione può richiedere un’anestesia locale, oppure un’anestesia generale, a seconda del numero di impianti, della complessità, del livello d’ansia del paziente e della tecnica adoperata. Il dentista consiglierà l’una o l’altra in base alla sua diagnosi.
Dentisti, parodontisti o chirurghi odontoiatri possono effettuare questa operazione che è diventata piuttosto comune al giorno d’oggi.

Sei rimborsato adeguatamente per questo genere di interventi? Verificare di avere una buona copertura dalla tua assicurazione è sicuramente uno dei fattori principali da tenere in considerazione prima di pianificare l’operazione.

L’operazione

Con un buon chirurgo dentista, le operazioni odontoiatriche non sono mai così fastidiose come si potrebbe pensare.

In genere l’operazione viene effettuata in diverse fasi. La prima fase consiste nell’incidere le gengive per esporre l’osso. Vi si pratica quindi un foro destinato a ricevere l’impianto, che viene inserito nella mascella e resta sotto la gengiva. Quest’ultima viene ricucita e coperta momentaneamente per proteggere l’area da eventuali traumi, che potrebbero verificarsi ad esempio durante la masticazione. Mentre i tessuti ossei e gengivali cicatrizzano, avviene l’osteointegrazione. La completa cicatrizzazione richiede da 4 a 6 mesi.

Una volta terminata l’osteointegrazione, va installato il moncone. Si tratta di una vite (detta anche tappo) che sporge dalla gengiva e che connette il dente sostitutivo (o la corona) all’impianto.

Intervento di implantologia

Intervento di implantologia

La gengiva viene di nuovo incisa per posizionare il moncone. Si tratta di un’altra operazione ambulatoriale, che richiede soltanto un’anestesia locale. Una volta installato, la gengiva viene richiusa attorno ad essa, ma senza che lo copra. In alcuni casi, è possibile installare l’alloggiamento e il moncone nel corso dello stesso intervento, senza che si verifichino effetti negativi a lungo termine, a patto che venga osservato il tempo necessario alla cicatrizzazione. In questo caso, occorre sottolineare che il moncone sarà visibile, e che non dovrà essere sottoposto ad alcun genere di pressione durante il processo di cicatrizzazione.

 Sono necessarie all’incirca due settimane alle gengive per rimarginarsi prima che la procedura sia conclusa. Come per tutti gli interventi chirurgici, ci saranno certamente delle infiammazioni, degli ematomi, dei lievi dolori o dei sanguinamenti durante la cicatrizzazione. Esistono tuttavia diversi metodi per alleviare il dolore e il disagio durante questo periodo.

Durante questa fase, il dente artificiale (chiamato anche corona) viene costruito in base alle tue impronte dentali, per corrispondere esattamente alla morfologia della tua dentatura. In seguito verrà fissato al moncone.

A volte si valuta l’installazione di una protesi fissa (o ponte) se manca più di un dente. Si installano in questo caso due ancoraggi (uno per ciascun lato dell’area), per fissare i denti sostitutivi. E’ un modo più confortevole, naturale e duraturo nel lungo periodo per sostituire i denti mancanti. Se il costo è il problema principale, oggi è possibile ridurre drasticamente le proprie spese dentistiche recandosi all’estero per effettuare le cure o facendo ricorso ad una buona assicurazione dentistica (vedi il pulsante qui sotto).

Vantaggi e svantaggi

Questa soluzione ha sicuramente molti vantaggi. E’ una procedura permanente contro la perdita dei denti, è più duratura e stabile rispetto alle alternative come le dentiere (che si possono perdere, che bisogna cambiare col passare del tempo), le corone o i ponti tradizionali, che possono creare fastidi alla masticazione o quando si parla.

sorriso coppia impianto dentale

Un buon impianto dentale ti può ridarti il sorriso

Inoltre sono più comodi, più naturali e hanno un’estetica migliore, tutti fattori che ti permettono di sentirti più a tuo agio. La loro praticità è un enorme vantaggio, dato che non si tolgono, non vanno lavati e non hanno bisogno di adesivi per stare al loro posto.

Migliorano la salute dentale rendendo più semplice la pulizia dei denti, e non richiedono nessuna modifica sui denti sani per essere installati (a differenza dei ponti e delle corone).

Vantaggi

  • L’ implantologia è permanente e duratura
  • Meno costosi a lungo termine (cambiare una dentiera è molto costoso)
  • Sensazione confortevole e naturale
  • Funzionano come dei denti naturali e sono anche molto simili ad essi
  • Richiedono minore manutenzione
  • Non richiedono alcuna modifica dei denti adiacenti
  • Più del 95% di successo nelle installazioni

Non ci sono veri e propri inconvenienti, a parte l’investimento iniziale.

I problemi durante l’installazione sono rari e facilmente risolvibili. Possiamo elencare, in modo non esaustivo: cattiva integrazione nell’osso, perdita temporanea della sensibilità in alcune aree adiacenti o nei seni nasali in conseguenza a lesioni di nervi.

Il tasso di successo è piuttosto alto (90% e più secondo le statistiche) e dipende da numerosi fattori, tra cui la dimensione e la resistenza della mascella, e il luogo dove verrà installato.

Nello specifico, il tasso di successo è del 90% per la mascella superiore, e del 95% per quella inferiore, per la semplice ragione che l’osso della mascella superiore è meno denso di quella inferiore, rendendo più difficile l’osteointegrazione.

Svantaggi/Inconvenienti

  • Investimento iniziale importante
  • Dolore, infiammazioni e sanguinamento dopo l’intervento
  • Possibilità di danni ai nervi sui muscoli o i seni nasali
  • Possibilità d’infezione in caso di rottura o di distacco

Detto ciò, è possibile ridurre in modo consistente questi rischi avvalendosi di una clinica rinomata e di qualità all’estero. Se devi installarne più di uno e il loro costo in Italia ti sembra troppo elevato, possiamo consigliarti delle cliniche serie, che abbiamo scelto con la massima cura, in Ungheria e Spagna, che ti permettono di ridurre i costi fino al 70% (vedi qui).

Un’altra soluzione è di avere una copertura da un’assicurazione dentistica che si prenda carico delle spese (vedi qui un dossier sull’argomento).

Prezzo di un impianto e griglie comparative  

spesa implantologia

Quanto costa un impianto?

Questa soluzione è di solito più costosa rispetto alle alternative tradizionali, semplicemente perché oggi rappresenta la soluzione più valida quando si tratta di rimediare alla perdita dei denti. Il loro prezzo dipende da diversi fattori, che comprendono quale dentista o chirurgo si sceglie di consultare, il tipo di soluzione e la procedura, quanti denti devono essere sostituiti e quali, quanti ne devono essere installati per supportare quei denti, quanta parte delle spese verrà rimborsata dall’assicurazione, e anche la zona geografica in cui si risiede.

Ricorda in ogni caso che non dovrai pagare soltanto per l’impianto in sé, poiché la procedura d’installazione ha anch’essa un costo (approfondiremo l’argomento più sotto).

In breve, il prezzo può variare in base alle scelte che deciderai di compiere. Potrai trovare maggiori informazioni sull’argomento sulla nostra pagina “come ottenere degli impianti dentali meno cari”. Potrai vedere che il loro prezzo può essere contenuto e che è perciò possibile farne ricorso, anche con un budget limitato.

Ti consigliamo comunque di informarti il più possibile prima di ricorrere a questa soluzione.

Impianto singolo

Una volta stabilito un preventivo col tuo dentista, dovrebbe poterti dare una stima preciso del costo. Un impianto singolo costa tra i 700 e i 1500 €. Si tratta però del costo di una parte del procedimento. Ti dovrai perciò accertare con la segretaria dello studio che il preventivo comprenda tutte le spese. Un moncone e una corona per un singolo dente arrivano a costare in media dai 1200 ai 2200 €. Il costo totale medio in Italia per un dente (moncone, corona e impianto) oscilla quindi tra i 1500 e i 3000 €.

Prezzo impianto dentale singolo Prezzo minimo (€) Prezzo massimo (€)
Prezzo impianto dentale 700 1500
Prezzo del moncone 250 400
Prezzo della corona ceramica 800 1800
Totale 1500 3000

Tuttavia, come abbiamo visto prima, è possibile risparmiare fino al 70% su dei lavori importanti andando a farsi curare in una clinica al di fuori dell’Italia. In Europa, la maggior parte dei pazienti si rivolge all’Ungheria per la qualità dei trattamenti e i prezzi imbattibili! (Vedi il nostro articolo sull’argomento).

Questo Paese ha sviluppato da 20 anni delle cliniche moderne all’avanguardia della tecnologia e si è specializzato nel turismo dentale. Per venirti incontro, se devi fare una procedura piuttosto importante, abbiamo selezionato per te le migliori cliniche. Riempi il questionario qui sotto per un preventivo gratuito:

Cure dentali troppo care in Italia ?

Abbiamo selezionato per te le migliori cliniche all’estero:

  • Qualità delle cure identica
  • Dal 50 al 70 % meno care rispetto all’Italia
  • Viaggio e hotel organizzato dalla clinica
  • Assicurazione e assistenza sanitaria italiane accettate

Procedure aggiuntive

Per un’operazione in Italia, se è richiesta una procedura aggiuntiva, come un innesto osseo, un’estrazione, una radiografia approfondita o una sagomatura maxillo facciale, i prezzi degli impianti possono crescere rapidamente, e arrivare tra i 3000 e i 7500 €. Il tuo dentista potrà stabilire un preventivo preciso dopo un esame preliminare.

Costo di un impianto dentale:
Procedure aggiuntive
Prezzo minimo (€) Prezzo massimo (€)
Innesto dentale di base 700 1500
Innesto dentale avanzato 1500 3000
Estrazione di base 110 300
Estrazione chirurgica 180 700
Radiografia 25 190
Scanner 180 450
Totale 2695 6140

Impianti dentali prezzi per più denti

Un ponte da 3 a 4 denti posato su due impianti può costare dai 2500 ai 6000 € (in media attorno ai 4500 €). Un set completo di denti per le due mascelle posato su impianti può costare dai 30000 ai 60000 € (in media 35000 €), a seconda dello stato delle gengive, dell’osso della mascella, e dei denti restanti (se ce ne sono).

Impianto dentale prezzo Costo minimo (€) Costo massimo (€)
Ponte dentale per 3-4 denti 2500 6000
Impianto completo 30000 60000

Prezzi all’estero

Un numero sempre maggiore di italiani decidono di recarsi all’estero per ricevere delle cure dentali di qualità e a costo minore. Le destinazioni più rinomate sono in Europa dell’Est, in particolare in Croazia, la meta più frequentata per il turismo dentale, sia per la qualità delle sue cure che per i suoi prezzi, che possono permettere un risparmio del 70% rispetto a quelli in Italia. Perché allora non approfittarne?

Le cliniche sono soggette alle stesse norme europee e spesso non hanno nulla da invidiare agli studi dentistici italiani. I dentisti in Croazia hanno studiato per la maggior parte in Italia,Francia e Germania, e molti tra loro parlano italiano. I risparmi sono nell’ordine del 50-70% grazie ai salari meno alti dei dentisti e degli implantologi.

Paese Costo impianto dentale
Francia 1250
Ungheria 450
Spagna 550
Thailandia 450

Spesso bisogna recarsi 2 volte sul posto ma i prezzi degli spostamenti sono largamente coperti dai risparmi che si possono ottenere, soprattutto se si hanno molti impianti da fare. In effetti, l’operazione dura solamente qualche ora e ti verrà chiesto di ritornare per un controllo, uno o due giorni dopo. Nel frattempo nulla ti vieta di dedicarti un po’ al turismo.

Quando riceverai un preventivo, ricorda che spesso il costo di un impianto dentale include diversi aspetti della procedura. Oltre al costo della procedura stessa, dell’impianto, del moncone, della corona o del ponte.

Possono anche esserci dei costi aggiuntivi per le radiografie, l’anestesia o le sagomature. Quando richiedi un preventivo, accertati che comprenda tutti gli aspetti. Nel caso, non esitare a farci delle domande.

Anche se ci sono numerosi e seri professionisti nell’Europa dell’Est (una destinazione apprezzata, assieme alla Thailandia, per ottenere delle cure dentali a basso costo), e importante scegliere correttamente la propria clinica e farsi consigliare.

Ridurre i costi – assicurazioni e altre soluzioni

Risparmia con assicurazione

Una buona assicurazione può ridurre i costi

In Italia, gli impianti dentali non hanno quasi nessuna copertura da parte del servizio sanitario nazionale (solo la corona prevede un minimo rimborso).

Prima di sottoporsi a queste operazioni, può essere necessario sottoscrivere una buona assicurazione dentistica. Alcune permettono di coprire quasi integralmente l’ammontare dei costi. Per maggiori dettagli sulla scelta di una buona assicurazione, puoi leggere il nostro dossier completo. Parliamo in particolare delle assicurazioni che rimborsano al meglio proprio gli impianti.

Di solito, la copertura assicurativa è valida anche per gli interventi eseguiti nell’ambito dell’unione Europea (il servizio sanitario e le assicurazioni preferiscono anche loro i Paesi meno cari!). Se decidi di recarti all’estero per le cure, ti chiederanno senz’altro i dati della clinica per assicurarsi che sia di qualità e che le protesi durino a lungo.

In breve, per ridurre i costi, i nostri 2 consigli principali sono:

  • Recati all’estero per eseguire le cure
  • Scegli una buona assicurazione che prenda in carico le spese

Possiamo anche aiutarti a scegliere gratuitamente un’assicurazione che prenderà in carico le tue spese – Clicca qui sotto per tornare al nostro comparatore di assicurazioni in alto nella pagina e scoprire quelle che ti rimborsano meglio.

Conclusioni

Anche se perdere un dente può essere stressante, ricordati che hai sempre a disposizione diverse opzioni e che oggi la scelta migliore sembra essere l’impianto dentale.

La procedura a prima vista può sembrare complicata, ma è di fatto una procedura molto banale al giorno d’oggi: il dolore e i disagi sono davvero relativi. I risultati sono duraturi e molto estetici. Il solo inconveniente è chiaramente il prezzo dell’operazione, che per qualcuno può risultare inaccessibile. Detto questo, ci sono delle soluzioni alternative, come farsi curare all’estero o cambiare assicurazione.

Parlane col tuo dentista se pensi che sia la soluzione giusta per te e chiedici pure dei chiarimenti.

Raccontaci la tua esperienza e condividila con gli altri.

Può essere molto interessante sapere quanto hai pagato, e come si è svolta la procedura.