Corona Dentale: tutto quello che c’è da sapere

La corona dentale fa parte della famiglia delle protesi dentali. Si tratta di una soluzione che viene spesso proposta dai dentisti. Il problema purtroppo è che richiede un investimento importante. In effetti la spesa è tale che molti pazienti preferiscono rinunciare a questa soluzione, anche quando è indispensabile per la salute dei loro denti.

Ti trovi in questa situazione? Stai esitando a fare il primo passo? Sei alla ricerca di alternative che ti aiutino ad alleggerire il conto del dentista? Non sai quanto ti verrà rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale? Hai dei dubbi riguardo al materiale da scegliere per la tua corona?

In questo articolo ti spiegheremo tutto nel minimo dettaglio. Come per gli altri nostri articoli sui ponti, l’ortodonzia, gli impianti e tutti gli argomenti che trattiamo, andremo ad elencare le principali informazioni che occorre conoscere sulle corone dentali: prezzi, utilità, tempi di installazione… In questo modo potrai farti un’idea più precisa in merito e avrai tutti gli elementi necessari che ti consentiranno di prendere una decisione con cognizione di causa. 

La corona dentale in dettaglio

Prima di tutto vogliamo ricordare cos’è una corona e per quali ragioni è necessaria.

La corona è una protesi che ha l’aspetto di un dente vero e proprio. Può essere utile in numerosi casi:

  • Per proteggere un dente fragile
  • Per restaurare un dente rotto, scheggiato o usurato
  • Per restaurare un dente devitalizzato
  • Per coprire e sostenere un dente che presenta una grossa otturazione quando non rimane abbastanza materiale sano
  • Per coprire un dente malformato o di colore sgradevole
  • Per coprire un impianto dentale

corona dentaleViene fissata con del cemento o incollata. Può essere fabbricata in numerosi materiali e può rimpiazzare uno o più denti. Può anche essere realizzata per installare un impianto in seguito all’estrazione di un dente: poiché in questo caso non c’è più la radice, la si rimpiazza con un impianto su cui poi si installa la corona.

Corona dentale in ceramica, metallica o in metallo ceramica

Il tuo dentista ti elencherà diversi tipi di corone dentali. Chiaramente non tutti hanno studiato odontoiatria, per cui a volte può essere difficile capire di cosa sta parlando, soprattutto se non ha il tempo di spiegarti nel dettaglio le caratteristiche di ciascun modello.

Ecco allora le principali protesi che ti potrebbe proporre :

La corona metallicaè la più utilizzata proprio perché è quella che costa di meno. Tuttavia è anche quella meno gradevole da un punto di vista estetico, e perciò viene installata soprattutto per i denti posteriori. Ha prezzi e colori variabili in base al tipo di metallo adoperato (con o senza oro)

  • La corona dentale in resina: si utilizza in modo provvisorio per proteggere il dente mentre si attende la realizzazione della corona definitiva. Occorre fare attenzione a non portarla troppo a lungo poiché diventa in fretta porosa e permette ai batteri di attraversarle.
  • La corona in metallo ceramica: è costituita da una struttura in metallo rivestita di ceramica dello stesso colore del dente. Permette quindi di avere una protesi che è al contempo gradevole esteticamente e anche resistente, grazie alla sua struttura metallica. Il suo punto di forza è l’aspetto naturale.
  • La corona dentale in ceramica: per la sua realizzazione si utilizzano delle procedure all’avanguardia. È costituita da un’armatura in ceramica ultra-resistente e rivestita da ceramica dello stesso colore del dente. Si tratta quindi di una protesi di qualità estremamente elevata.
  • La corona in zirconio-ceramica: è costituita da un’anima di zirconio rivestita di ceramica all’esterno. Questo materiale è di colore bianco, pertanto la protesi ha un aspetto estetico molto simile a quello del dente naturale.

Quali sono i fattori che determinano il prezzo di una corona?

Il prezzo di una corona dentale dipende da numerosi elementi. Non esiste una vera regolamentazione dei prezzi, perciò ciascun professionista può chiedere una cifra differente. Si possono allora verificare prezzi molto diversi: la stessa protesi può costare 500€ da un dentista e 1000€ da un altro.

corona-dentale-sorriso

Una buona corona dentale rende la tua dentatura più piacevole

Il prezzo finale dipende anche dalla regione in cui vivi. Ad esempio se abiti in una grande città del Nord o del Centro potrai aspettarti un conto molto più salato rispetto a chi invece abita nelle regioni del Sud, o a chi si rivolge presso studi situati in città con meno abitanti. Le differenze possono essere davvero considerevoli, e si spiegano in genere con il minor costo degli affitti e delle spese che uno studio dentistico deve sostenere quando si trova in una piccola città o nel Sud Italia.

Se vuoi approfittare di tariffe ancora più basse (dal 50 al 70% meno care), potresti pensare all’eventualità di rivolgerti all’estero, soprattutto se devi sostituire più denti (Qui ad esempio trovi la nostra guida sulle cure dentali in Croazia, una Nazione che oggi viene considerata un punto di riferimento europeo per la qualità delle cure prestate, con dei prezzi che possono consentirti di risparmiare fino al 70% di quanto pagheresti in Italia).

Devi anche prestare attenzione ai materiali utilizzati. Alcuni professionisti potrebbero “spingerti” a scegliere una corona in ceramica piuttosto che una metallica. Se però ti serve per sostituire dei denti non visibili (come ad esempio i molari) è una spesa di cui puoi senz’altro fare a meno. Non dimenticare mai che l’ultima parola spetta sempre a te.

A titolo puramente indicativo, una corona in Italia può costare dagli 800 ai 1700€.

La stessa corona (stessa marca e qualità) in Croazia può costare tra i 200 e i 350€.

Prima di intraprendere questo passo, dovresti:

  • Chiedere un preventivo a diversi professionisti
  • Scegliere il materiale più adatto alle tue necessità e al tuo budget
  • Sottoscrivere una buona assicurazione complementare (che rimborsi in modo adeguato l’installazione di protesi dentali)
  • Se vuoi contenere al massimo le spese puoi anche scegliere di effettuare le cure all’estero (soprattutto se devi installare più impianti).

Come vengono rimborsate le corone dentali?

Questo è sempre un argomento sensibile. In effetti in Italia i rimborsi previsti dal nostro Sistema Sanitario Nazionale per le cure odontoiatriche sono davvero irrisori: si ha diritto ad un rimborso del 19% IRPEF al lordo della franchigia di 129,11 €. Perciò se ad esempio una corona ci è costata 1000€, dovremo sottrarre la franchigia e calcolare la percentuale che ci verrà rimborsata: in questo caso avremo diritto ad un rimborso di 174€ circa.

mod-730A partire dal 2016 le spese mediche riconosciute vengono inserite automaticamente dall’Agenzia delle Entrate nel nuovo modello 730 precompilato, mentre vanno inserite a mano dai contribuenti che utilizzano il modello cartaceo tradizionale nel rigo E1 a E5.

Non si tratta quindi di un rimborso molto elevato (come in genere avviene per tutte le spese odontoiatriche), a meno che non si rientri nelle categorie protette che godono di maggiori agevolazioni. In questo caso occorrerà rivolgersi alla propria ASL di riferimento per ottenere informazioni, dato che ogni Regione ha diverse disposizioni in merito.

Un’altra soluzione da tenere a mente è quella di sottoscrivere una buona assicurazione complementare. Per aiutarti a scegliere quella che rimborsa al meglio questo tipo di cure abbiamo predisposto qui sotto il nostro comparatore di assicurazioni. E’ completamente gratuito, e ti consentirà in un attimo di mettere a confronto i rimborsi offerti dalle varie assicurazioni. Le differenze tra le polizze sono eclatanti, perciò se intendi installare una corona e disponi di un budget limitato ti consigliamo caldamente di prenderti 2 minuti per fare la comparazione.

Aggiungiamo inoltre che una corona ha una durata compresa tra i 5 e i 20 anni. Ciò significa che tra qualche anno dovrai sostituirla. La durata di queste protesi dipende dalla propria igiene orale, dal materiale in cui sono realizzate e dalla perizia del dentista. Una corona non è per sempre: anche per questo è meglio essere previdenti scegliendo una buona assicurazione complementare.

Scegliere la migliore assicurazione per farsi curare al meglio

assicurazione-corona-dentale

Puoi assicurarti per ottenere un buon rimborso

Come abbiamo visto prima nel nostro esempio, se hai una o più corone da installare si fa presto ad arrivare ad una cifra considerevole, soprattutto se ti accontenti dell’esiguo rimborso offerto dal nostro Servizio Sanitario. Per molte persone può essere insostenibile spendere 874€ di tasca propria ogni 1000€  di spesa.

Per questo motivo scegliere la migliore assicurazione disponibile è un investimento che ti consentirà a lungo termine di ottenere un grande risparmio. Spendere qualche euro in più ogni mese per una polizza davvero valida è il modo migliore di procedere. Serve a poco risparmiare a tutti i costi al momento della sottoscrizione, se poi i rimborsi offerti non sono soddisfacenti. Inoltre, nella maggior parte dei casi, potrai già installare la corona dopo qualche settimana dalla sottoscrizione della polizza.

Una buona assicurazione dentistica è quella che ti rimborsa meglio le prestazioni che ti interessano, e che ti permette in questo modo di ammortizzare notevolmente le spese, consentendoti in molti casi di ottenere un rimborso totale dei costi sostenuti.

Conclusioni

Come purtroppo ci capita spesso di ricordare, farsi curare i denti costa molto caro, soprattutto quando parliamo di protesi come le corone.

Il tuo dentista ha l’obbligo di farti un preventivo. Perché allora non richiederne diversi a vari dentisti per poter così scegliere il migliore?

Se devi installare la corona su un dente non visibile, opta per una metallica. Se invece ti occorre per i denti anteriori dovresti sceglierne una in ceramica, anche se è più costosa. Per sostenere il costo puoi sempre sottoscrivere una polizza dentistica.

Tieni anche a mente la possibilità di recarti all’estero per il cosiddetto turismo dentale, ad esempio in Croazia, se hai necessità di contenere al massimo le spese. La qualità delle cure è equivalente a quella che otterresti in Italia, ma i prezzi possono essere fino al 70% meno cari. Inoltre molti studi ti offrono dei pacchetti tutto compreso, con spostamenti e alloggio organizzati da loro (hotel, bus e navette dalle maggiori città che ti portano direttamente in sede).