Devitalizzazione di un dente: 💰 prezzi, procedura, dolore

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Devitalizzazione Dente: Prezzi, Procedura e Informazioni Utili

Il tuo dentista ti ha prospettato la necessità di effettuare una devitalizzazione ma non sai come si effettua questa procedura? Hai paura di sentire dolore? Voui sapere quanto costa? Tra le cure più comuni che un dentista si trova quotidianamente ad effettuare si annoverano il trattamento delle carie, la pulizia dei denti e le devitalizzazioni.

Devitalizzazione dente prezzo: quanto costa?

I prezzi sono molto variabili. Devitalizzare un dente può costare dai 120 € ai 400 €.

Nonostante ciò la maggior parte dei pazienti ha ben poche informazioni riguardo a tale procedura. Tutti noi sappiamo che esiste, ne conosciamo il nome ma la cosa finisce lì.

Eppure è un trattamento che ci può risparmiare diverse complicazioni e sofferenze.

Per questo noi di Dottordentista abbiamo deciso di far luce sull’argomento cercando di spiegare in dettaglio tutto quello che c’è da sapere su questa procedura. Di seguito parleremo di:

Devitalizzazione dente prezzo

devitalizzare-dente

Come sempre quando si tratta di cure odontoiatriche, i prezzi sono molto variabili. Un professionista che opera in uno studio in pieno centro di una grande città avrà delle tariffe più alte rispetto ad un collega che opera in periferia o in una città più piccola.

Le cifre riportate sopra non comprendono il costo della corona. In effetti come avremo modo di analizzare in questo articolo, è consigliabile installare una corona sul dente devitalizzato. Il costo medio in Italia varia dagli 800 € ai 1700 €. Se pensiamo che il Sistema Sanitario Nazionale rimborsa solamente il 19% di questa cifra al lordo della franchigia di 129,11 €, ci accorgiamo subito che non si tratta di una spesa di poco conto.

La buona notizia è che possiamo sempre avvalerci di una valida assicurazione complementare per riuscire a risparmiare notevolmente sul conto finale.

È fondamentale scegliere con attenzione la polizza da sottoscrivere, in modo da trovare quella che rimborsa al meglio il trattamento radicolare, ma soprattutto l’eventuale installazione di una corona, dato che rappresenta il costo più oneroso.

Se vuoi puoi utilizzare il nostro Comparatore di Assicurazioni qui sotto. È uno strumento completamente gratuito che ti mettiamo a disposizione per scoprire con pochi colpi di mouse quali sono le assicurazioni che rimborsano al meglio questa operazione.

Devitalizzazione dente costo: quanto costa devitalizzare un dente?

Questa tabella riporta a titolo puramente indicativo le tariffe applicate dai dentisti per effettuare questo tipo di intervento:

Tipo di Trattamento Tariffa Indicativa
Devitalizzazione di un canino o di un incisivo 120 € - 150 €
Devitalizzazione di un premolare 150 € - 250 €
Devitalizzazione di un molare 250 € - 400 €

Devitalizzazione di un dente: definizione

strumento-devitalizzazione-dente

La devitalizzazione di un dente è anche chiamata trattamento canalare o terapia canalare. Questa procedura ha lo scopo di eliminare il tessuto molle (la polpa del dente) sia nella corona che nelle radici dei nostri denti.

Questo trattamento permette perciò di privare i denti delle terminazioni nervose e vascolari che sono responsabili della sua sensibilità e del dolore che sentiamo.

Tutti i denti possono essere devitalizzati: incisivi, canini, premolari e molari, sia sull’arcata superiore che su quella inferiore. A volte può anche essere necessario devitalizzare un dente del giudizio, ma si tratta di un caso abbastanza raro, dato che quando questi denti si cariano o si infettano, in genere si preferisce estrarli.

Quando occorre sottoporsi ad un trattamento del canale?

Nella maggior parte dei casi, si elimina il nervo di un dente quando quest’ultimo è statoinfetto a causa di:

devitalizzazione dente
  • Una carie profonda. È la causa più frequente. Dopo aver attaccato lo smalto e la dentina, la carie â€“ o i batteri – può arrivare a contaminare il terzo strato del dente, vale a dire la polpa.
  • Un trauma: a volte a seguito di incidenti, incrinature o cadute il dente deve essere devitalizzato. In effetti, se il dente si rompe a metà, la parte ancora viva rimane esposta e quindi viene penetrata dai batteri, una cosa che porta ad un’infezione “irreversibile”. Il trattamento del canale evita l’infezione batterica che potrebbe propagarsi lungo le radici finendo per provocare un ascesso.

Il trattamento può anche essere effettuato quando il dente deve essere coperto da una corona o da un ponte. In alcuni casi, il dente viene devitalizzato definitivamente. In alcuni casi però, se la devitalizzazione non è stata eseguita correttamente, si possono formare dei piccoli ascessi, detti granulomi. Occorre allora ripetere il trattamento o estrarre il dente.

Devitalizzare un dente: dolore e intervento

Lo scopo del trattamento radicolare è quello di eliminare completamente il nervo, disinfettare l’interno delle radici, riempirle con un materiale termoplastizzato e sigillare il dente.

Ecco le varie fasi in cui si articola questo trattamento:  

  • Il dentista effettua un’anestesia locale per non farti provare il minimo dolore.
  • In seguito apre una via d’accesso attraverso il dente, che gli permetterà di raggiungere le radici.
  • Misura con precisione la lunghezza della radice e procede a pulirla e ad allargarla con delle piccole lime.
  • Le radici vengono quindi disinfettate con degli antisettici.
  • Ora può procedere con l’otturazione utilizzando un materiale termoplastizzato. Il dente deve essere perfettamente sigillato per evitare che si infetti nuovamente.
  • All’inizio, al termine e a volte anche nel corso della procedura esegue una radiografia per controllare l’esito dell’operazione.
  • Potrebbe proporti di installare una corona dentale per coprire e proteggere il dente.

In genere questo trattamento si effettua in un’unica seduta. Ma se il dente è molto infetto, può accadere che il dentista fissi una seduta preliminare per applicare un antisettico.

In caso di dolore

Di solito si esegue questa operazione quando ci si accorge di avere una eccessiva sensibilità al caldo e al freddo, come quando ad esempio si beve un tè caldo o si mangia un gelato.

Si può anche provare un dolore costante, soprattutto durante la masticazione.

Si ricorre a questa operazione quando si soffre del temuto mal di denti: in questo caso la carie ha provocato una necrosi parziale o completa dei canali all’interno del dente e compare un dolore intenso. Per risolvere il problema il tuo dentista ti proporrà un trattamento radicolare.

Dolore dopo la devitalizzazione: cosa fare?

antidolorifici-per-denti

Come abbiamo detto in precedenza, sarai sotto anestesia locale per tutta la durata della procedura del trattamento del canale, per cui non sentirai alcun dolore. Tuttavia può accadere che quando cessi l’effetto dell’anestesia, il dente devitalizzato inizi a dare un certo fastidio e a provocare un po’ di dolore. Provare dolore in seguito ad una devitalizzazione è del tutto normale. Il fastidio potrebbe continuare a manifestarsi per qualche giorno, ma se dovesse essere troppo intenso si può fare ricorso agli antidolorifici, come ad esempio il paracetamolo o l’ibuprofene, seguendo la prescrizione del dentista.

Se invece il dolore dovesse persistere e risultare davvero troppo intenso occorre consultare il proprio dentista per un controllo.

Trattamento radicolare: corona o ponte

Dopo la devitalizzazione la maggior parte dei dentisti raccomandano di installare una corona. In effetti questa procedura permette di conservare il dente (evitando così l’estrazione e la posa di un impianto), proprio perché il dente devitalizzato diventa più fragile, e senza la protezione di una corona rischia di rompersi, rendendone così necessaria l’estrazione. La corona permette quindi di rinforzare per molto tempo il dente devitalizzato. Richiedi il parere del tuo dentista, e segui il suo consiglio se ti raccomanda di installare una corona dopo il trattamento radicolare.

devitalizzazione dente

Questo suggerimento vale anche nel caso diametralmente opposto: se il tuo dentista ha deciso di installare una corona o un ponte, ti potrebbe proporre di devitalizzare uno o più denti sani. Per quale motivo? Perché in certi casi, e in base all’anatomia del dente, occorre devitalizzare il dente prima che possa ricevere la corona. Ciò evita che si possa verificare un’infiammazione del dente dopo che la corona viene sigillata. Per installare una corona occorre levigare il dente: è una procedura che può provocare una necrosi della polpa dentale, se la sostanza dura non ha uno spessore sufficiente. Con la devitalizzazione, si evita l’infiammazione della polpa dopo la cementazione della corona o il ponte.

In questa pagina puoi per leggere il nostro articolo completo sulla corona dentale.

Alcuni falsi miti sulla devitalizzazione  

Moltissimi pazienti hanno paura di sottoporsi alla devitalizzazione di uno o più denti. Perché? Per la mancanza di informazioni in merito, ma anche per le tante idee sbagliate che circolano sull’argomento.

Ecco qualche mito che vogliamo sfatare:

  • Il dente devitalizzato diventa nero. Non solo è falso ma è vero il contrario. Un dente può diventare nero, grigio o giallo per diverse ragioni (in particolare per una rottura), ed è proprio il trattamento del canale che permette di conservarlo bianco.
  • È un’operazione sempre dolorosa. No, anche questa è un’idea sbagliata. Devitalizzazione non è sinonimo di dolore. Durante tutta l’operazione si è sotto anestesia locale. Un dolore nonostante l’anestesia, significherebbe una forte infiammazione che potrebbe necessitare la divisione del trattamento in due sedute. Può accadere di sentire dolore nei giorni successivi, ma nella maggior parte dei casi è sufficiente assumere del paracetamolo per farlo passare.
  • È un trattamento costoso. Sì e no: se hai una buona assicurazione complementare, puoi contenere i costi grazie al rimborso che ti spetta. Una parte delle tue spese ti verranno inoltre rimborsate con la tua dichiarazione dei redditi. Per questo ti consigliamo di verificare quali sono le assicurazioni che ti offrono la miglior copertura per questo trattamento (vedi qui). Se vuoi, puoi anche leggere il nostro articolo completo sulle assicurazioni dentistiche senza massimale.

Domande frequenti

Costo devitalizzazione dente: quanto costa devitalizzare un dente con la mutua?

Il prezzo medio di una devitalizzazione è di circa 160 €. Ma i prezzi possono essere compresi tra 100 € e 200 €. Ti consigliamo di richiedere diversi preventivi online alle varie assicurazioni presenti sul mercato e di confrontare attentamente i costi e i benefici che ti vengono offerti.

Quanto dura il dolore dopo la devitalizzazione di un dente?

È normale sentire dolore dopo una devitalizzazione. Questo di solito dura alcuni giorni ma se persiste dopo una settimana è molto probabile che il trattamento sia fallito. Dovresti andare dal dentista immediatamente, poiché la causa del dolore è probabilmente un’infezione.

Quanti anni può durare un dente devitalizzato?

Se eseguito correttamente e hai una corretta igiene orale, un dente devitalizzato può durare tanto quanto uno naturale. 

Autori:
Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale.
Revisionato dal punto di vista medico da:
Madel Lalican
Madel Lalican
Assistente alla Poltrona presso StudioDentistico Associato da quasi 20 anni.
Fonti

Medicitalia: Perché i denti devitalizzati si rompono facilmente? Consultato il 5 giugno 2023.

Dental Academy: Trattamento endodontico, la sintesi dei principali fattori prognostici. Consultato il 5 giugno 2023.

Infodent: I Ritrattamenti endodontici. Consultato il 5 giugno 2023.