Rilevatore di placca: cos'è, perchè e come utilizzarlo

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Pastiglie Rivelatrici di Placca: Cosa Sono, Perché e Come Usarle

rilevatori di placca dentale

Le pastiglie rivelatrici di placca sono un ottimo alleato per sapere se stiamo realizzando una corretta igiene orale. La placca dentale si forma ogni giorno in bocca a causa dell’assunzione di cibo. Pertanto, dopo ogni pasto, è meglio lavarsi i denti.

Tutti noi desideriamo sfoggiare un sorriso smagliante, senza macchie e senza placca dentale. Purtroppo però la formazione della placca dentale è un processo inevitabile. In effetti si forma inesorabilmente ogni giorno, dopo ogni pasto, e copre i nostri denti con una pellicola bianca o gialla dall’aspetto sgradevole.

La buona notizia è che possiamo sbarazzarci della placca dentale in profondità spazzolandoci correttamente i denti.

Ma come essere sicuri di averla eliminata completamente? Basta utilizzare un rilevatore di placca dentale!

Questi coloranti naturali sono particolarmente utili per migliorare la tua tecnica di spazzolamento e aiutarti a contrastare la placca.

Grazie a questo articolo saprai tutto quello che c’è da sapere sui rilevatori di placca dentale, su come utilizzarli e dove trovarli.  

Cos’è la placca dentale?

prevenire-placca-dentale

La placca dentale è un deposito che si forma grazie all’accumulo di residui alimentari, proteine della saliva e batteri del cavo orale. Si presenta come una pasta che può essere trasparente, bianca o giallastra. La placca contiene degli acidi che attaccano lo smalto dei denti e le gengive. Si caratterizza per:

  • È una pellicura bianco-giallastra
  • Ha una consistenza morbida
  • Si forma in poche ore (tre ore dopo ogni pasto)
  • Può essere rimossa con un adeguato spazzolino da denti e filo interdentale

È essenziale eliminarla spazzolandosi accuratamente i denti e utilizzando il filo interdentale, gli spazzolini interdentali o un idropulsore. Se invece non viene rimossa correttamente la placca può solidificarsi trasformandosi in tartaro che solo il dentista potrà asportare. Placca e tartaro sono responsabili di numerosi disturbi del cavo orale, in particolare di carie, gengiviti e parodontiti.

Per questo è fondamentale eliminarle e contrastare in modo efficace la loro ricomparsa.

A cosa serve un rilevatore di placca dentale?

Grazie ai coloranti rilevatori potremo individuare le aree in cui si accumula la placca dentale e in tal modo riuscire ad eliminarla completamente.

Anche se ci spazzoliamo bene i denti per due minuti seguendo il metodo che ci ha consigliato il dentista (spazzolando ogni lato dei denti con degli ampi movimenti circolari per diversi secondi) non è detto che abbiamo eliminato tutta la placca. L’utilizzo degli spazzolini interdentali e del filo interdentale ci permette di pulire gli spazi tra i denti, ma anch’essi non sono sempre sufficienti per eliminare la placca in profondità.   

Disponibile sotto forma di piccole pastiglie o di liquido colorato, il rilevatore contiene un colorante naturale che si lega alla placca dentale, permettendoci di determinare a colpo d’occhio le zone che necessitano di una maggiore cura nello spazzolamento.  

Esistono due tipi di rilevatori :  

  • Il rivelatore uniforme: composto di un solo colore (in genere rosso o rosa) consente di mettere in risalto la placca dentale.
  • Il rivelatore bicolore: composto da due colori (in genere rosso e blu o viola) permette di distinguere la placca più vecchia e quella recente.  

Quest’ultimo rilevatore è più efficace poiché ci permette di individuare le aree su cui insistere maggiormente quando ci spazzoliamo i denti.  

Di seguito elenchiamo le proprietà dei rilevatori di placca:

  • Sono facili da usare
  • Hanno un sapore gradevole
  • Intensità del colore: quelli bicolore forniscono un contrasto tra la placca batterica recente e quella matura.
  • Dovrebbero essere facilmente rimossi con la spazzolatura
  • Non dovrebbero irritare le gengive o provocare allergie
  • Sono solubili in acqua

Come usare le pastiglie rivelatrici di placca?

rilevatore placca

Usare un rivelatore di placca è davvero semplice:

  • Primo passo: mescola il rilevatore con la saliva in modo che sia distribuito su tutti i denti. Si tratta di un prodotto sicuro e non tossico poiché è a base di coloranti alimentari.
  • Secondo passaggio: dopo aver applicato il rilevatore, le zone dei denti dove è presente la placca appariranno colorate, indicando in quali punti è necessario spazzolare con maggiore attenzione.
  • Terzo passaggio: basta quindi spazzolare i denti per eliminare i residui di placca e procedere con un risciacquo col collutorio per ritrovare il bianco dei denti.

L’ideale è utilizzarlo per una settimana dopo ogni spazzolamento con dentifricio acquistato in negozio o fatto in casa per memorizzare bene le aree dove occorre insistere maggiormente con lo spazzolino.

I rilevatori placca possono essere utilizzati anche da chi ha impianti dentali o altri tipi di protesi.

Tipi di rilevatore di placca

I rilevatori di plazza sono disponibili in diversi formati:

Compresse rivelatrici di placca

Macchiano di rosso la placca accumulata. Le pastiglie vanno masticate fino a che non si sciolgono. Bisogna “spargere” in bocca la saliva prodotta per un minuto e poi eseguire 3 o 4 risciacqui con acqua.

Non sono le più utilizzate a causa della loro difficoltà a macchiare l’intera bocca, inoltre il loro utilizzo richiede più tempo e la loro efficacia dipende dal paziente.

Quelle bicolore differenziano due tipi di placca presenti in bocca. Macchiano di blu la placca dentale presente da più tempo di rosso-lilla quella più recente.

Gel rilevatore di placca

Questo tipo di rilevatore di placca colora la placca dentale di diversi colori in base al suo grado di acidità. È molto utile per determinare il rischio di carie dei pazienti. Questo tipo di formato è per uso professionale e viene applicato con un micropennello o una spugna.

In questo video puoi vedere una sua applicazione:

Rilevatore di placca liquido

Facile da usare a casa dato che è sufficiente applicare 2 o 3 gocce di prodotto sulla lingua e far circolare la saliva durante un minuto per applicarlo su tutti i denti. Può colorare gengive e lingua per un breve periodo di tempo, quindi è consigliabile utilizzarlo prima di andare a letto.

Esistono due tipi di liquido rilevatore di placca: uno che è in grado di colorare la placca più matura di blu e di rosso quella più recente, e l’altro che è solo in grado di colorare la placca attuale senza differenze di colore.

Collutorio per rilevare la placca

rilevatori di placca

Questo specifico collutorio colora temporaneamente la placca per facilitarne la rimozione. Aiuta a prevenire la carie ed evita l’accumulo di tartaro.

Rimuove germi e batteri che contribuiscono all’alitosi e aiuta a prevenire l’infiammazione delle gengive. È ideale per i pazienti con apparecchi ortodontici per evitare un accumulo eccessivo di placca dentale.

Da utilizzare a casa prima di lavarsi i denti, colora la placca dentale in un unico colore rendendola visibile e facilitando quindi la sua individuazione e rimozione.

Dove acquistare un rilevatore di placca?

Ovviamente puoi trovare i rilevatori di placca nelle farmacie e nelle parafarmacie, ma anche nei supermercati o su internet.  

compresse rivelatrici di placca

prezzi sono molto variabili, e dipendono dal tipo di prodotto (in pastiglie o liquido) e dalla quantità presente nella confezione.  Una buona opzione disponibile sul mercato sono le compresse rivelatrici di placca TePe, disponibile su Amazon in confezioni da 10 pastiglie. Sono in grado di mostrare la placca più matura e quela più recente. In alternativa puoi scegliere le pastiglie rilevatrici di placca della marca Plaqsearch, vendute in un set di 40 compresse.

Se cerchi invece un rilevatore di placca liquido che anche in questo caso colora la placca in diversi colori su Amazon trovi il concentrato di Mara Expert.

In conclusione

Se desideri ottimizzare l’efficacia del tuo spazzolamento il rilevatore di placca potrà esserti di grande aiuto, poiché ti permette di identificare le aree della bocca che richiedono una maggiore attenzione.

Ha un prezzo contenuto ed è semplice da utilizzare. Riuscirai ad eliminare la placca più efficacemente e potrai contrastare l’insorgenza di numerosi problemi del cavo orale.  

Domande frequenti

Come funziona un rilevatore di placca?

È una soluzione che colora la placca batterica che si trova sui nostri denti. In questo modo la placca diventa visibile e puoi rimuoverla facilmente.

Perché è importante rimuovere la placca batterica?

È essenziale se vuoi avere una buona igiene orale. Se la placca non viene rimossa quotidianamente con lo spazzolamento causa carie e malattie parodontali a un accumulo di tartaro dentale.

Come si usano le pastiglie rivelatrici di placca?

Scioglile in bocca mescolandole con la saliva per un minuto e fai in modo che si applichino su tutti i denti muovendo la lingua.

Dovrei usare un rilevatore di placca ogni volta che mi lavo i denti?

Non è necessario, ma ti consigliamo di usarlo una volta al giorno per una settimana, prima di andare a dormire. Così saprai dove devi spazzolare meglio.

Che tipo di rilevatore di placca è migliore?

Tutti sono praticamente altrettanto efficaci, quindi dipende dal formato che consideri più comodo per te.

Autori:

Belén
Belén
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.