Dentisti in Romania: una nuova meta del turismo dentale

Negli ultimi anni, il turismo dentale è sempre più in aumento, con migliaia di italiani che si spostano in Croazia, Ungheria e ultimamente anche la Romania è diventata una meta molto frequentata.

Lo speciale pacchetto che combina visita turistica e servizi dentistici affascina sempre più persone, attratte soprattutto dai costi, di gran lunga inferiori rispetto a quelli dei dentisti italiani. La concorrenza al ribasso praticata dai dentisti in Romania è sicuramente una delle ragioni principali dell’espansione del fenomeno ma sembra non essere l’unica.

Il prezzo è solo uno dei motivi per cui si sceglie di farsi curare i denti in Romania: a volte la decisione è determinata da altri fattori. La Romania è un Paese molto affascinante, con città medievali, castelli, chiese e tanta natura; la stessa città di Bucarest è una delle capitali europee più incantevoli. E poi c’è la Transilvania, una regione bella e misteriosa, ricca di castelli medievali tra cui il famosissimo Castello di Dracula, meta obbligata per appassionati da tutto il mondo.

Il turismo dentale si inserisce, quindi, in un contesto molto favorevole, perché riesce a combinare l’esigenza di cure odontoiatriche con il viaggio in un posto da sogno. Chi decide di curarsi i denti in Romania sa che, oltre a tornare a casa con uno splendido sorriso, può visitare anche luoghi ricchi di storia e di attrattive. Il tutto senza spendere un patrimonio.

C’è poi chi viaggia per lavoro: sono tantissimi i manager, gli imprenditori, i commercianti che conducono affari tra l’Italia e la Romania. Per loro, approfittare di un viaggio di lavoro per dare anche una sistemata ai denti, così come si va dal parrucchiere o al ristorante, diventa routine.

L’altro dettaglio da non trascurare è la rapidità dell’intervento: a fronte di lunghe sedute che, in Italia, si protraggono per mesi, in Romania è possibile sottoporsi a ricostruzioni protesiche e impianti dentali nel giro di 7-10 giorni. Giusto il tempo di una vacanza.

E poi c’è il passaparola: si decide di curare i denti in Romania perché ci è andato l’amico, il conoscente o il parente. Oppure, ci si lascia convincere dalla pubblicità su internet: sono numerosi i siti delle cliniche odontoiatriche rumene che offrono pacchetti dedicati esclusivamente agli italiani.

Perché gli italiani scelgono dentisti in Romania

dentista-in-romaniaI motivi per cui gli italiani preferiscono sottoporsi a cure dentali in Romania non sono solo quelli già elencati. Dai dati raccolti tra le persone che hanno scelto di curare i denti nei Paesi dell’Europa dell’Est, è emerso che il grado di soddisfazione è molto alto, e non solo perché hanno risparmiato.

I pazienti sono contenti del risultato ottenuto per diverse ragioni :

  • Il dentista ha risolto il problema che avevano prima di partire.
  • I tempi sono stati rispettati. Vista la permanenza limitata sul posto, i dentisti in Romania tendono a effettuare i lavori in un tempo più breve rispetto a quelli italiani
  • Il prezzo è più basso e non è stato “maggiorato”. Dei costi di gran lunga inferiori abbiamo già parlato, quello che però rimane impresso a chi si affida a dentisti all’estero è che il prezzo preventivato non viene mai gonfiato con l’aggiunta di “imprevisti” o voci poco chiare
  • La professionalità dei dentisti rumeni, la qualità dei materiali utilizzati e la pulizia degli studi sono paragonabili a quelle dei centri italiani.

Ormai ci sono agenzie di viaggio specializzate in turismo dentale, mentre, in alcuni casi, sono le stesse cliniche odontoiatriche a offrire al paziente pacchetti comprensivi di: prenotazione aereo/treno/traghetto/bus, sistemazione alberghiera, trasporto da e per aeroporto/stazione.

Come mai in Romania i dentisti riescono ad avere prezzi così bassi

costi-dentisti-romania

I dentisti in Romania hanno sicuramente costi più bassi

Un dentista in Romania fa risparmiare il 50-60% rispetto a uno in Italia e questo ha posto molti interrogativi sulla professionalità dell’odontoiatra e sulla qualità dei materiali utilizzati. Scopriamo come mai farsi curare i denti nell’Europa dell’est costa così poco.

  • I costi di tassazione sono più bassi che in Italia. Un dentista rumeno è tassato al 10-15%, mentre in Italia si raggiungono picchi che superano di gran lunga anche il 50-55%
  • I costi di gestione di uno studio dentistico in Romania sono inferiori a quelli di uno studio equivalente in Italia. Dalle bollette alle altre imposte che gravano su un’attività, le percentuali differiscono in maniera significativa
  • Anche la manodopera in Romania costa meno: la media degli stipendi di un medico o di un paramedico va dai 200 ai 500-600 euro

Con queste premesse, va da sé che il costo generale della vita in Romania è molto più basso rispetto all’Italia, per cui tutto viene reso in proporzione.

La risposta dei dentisti italiani

I dentisti italiani come hanno preso la notizia che il flusso di persone che va in Romania per le cure odontoiatriche tende sempre ad aumentare?

Le associazioni di categoria, naturalmente, puntano il dito sulla scarsa qualità delle attrezzature e dei materiali utilizzati dai medici odontoiatri rumeni.

In più, accusano la rapidità delle terapie, che non permetterebbe di effettuare le cure nei tempi adeguati e necessari per la guarigione definitiva. Secondo i dentisti italiani, la ridotta tempistica non consentirebbe di valutare il tipo di intervento più adatto alla risoluzione del problema, ma farebbe preferire quello più veloce.

Senza dimenticare, inoltre, che alcuni impianti vanno controllati e seguiti periodicamente dallo stesso dentista che ha effettuato il lavoro, e la lontananza non gioca a favore. Difficilmente una persona che si è servita delle cure dentali in Romania potrà recarsi dal dentista per un problema improvviso, ma sarà costretta a ricorrere a un odontoiatra più vicino.

Spesso, i dentisti italiani non vogliono intervenire su impianti eseguiti da colleghi all’estero, per evitare di essere responsabili di un eventuale problema futuro del paziente.

C’è anche da dire che in Italia ci sono oltre 30mila medici e dentisti che svolgono abusivamente la professione, gettando fango sulla categoria, formata per la maggior parte da professionisti seri e qualificati.

In conclusione

È sicuramente vero che i dentisti italiani hanno perso molti clienti da quando si è diffuso il turismo dentale e, per questo, alcuni si sono adoperati per denigrare il lavoro fatto dai colleghi all’estero. Come in tutte le cose, la verità sta sempre nel mezzo e, con le dovute precauzioni e valutazioni del caso, ognuno può decidere a chi affidarsi per la cura dei propri denti.