Come scegliere il miglior spazzolino da denti per te

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Spazzolino da Denti: Come Sceglierlo in Base alle Tue Esigenze

spazzolino da denti

Acquistare il miglior spazzolino da denti adatto alle tue esigenze di igiene orale può essere un’impresa complicata. Sul mercato si trovano infatti un’infinità di tipi, forme, marche, ecc. Per non parlare della durezza, dei materiali e dell’inclinazione delle setole.

Comprare uno spazzolino da denti non va preso alla leggera. La bocca è il punto di ingresso per migliaia di batteri nel nostro corpo. Pertanto, lavarsi bene i denti è il modo più efficace per mantenere la bocca sana, evitare malattie e risparmiare molti soldi dai dentisti.

Per questo motivo, in questo articolo di Dottordentista ti spieghiamo tutte le tipologie di spazzolini che trovi sul mercato e ti forniamo diversi consigli che vanno presi in considerazione quando acquisti uno spazzolino da denti.

Manuale, elettrico, con setole morbide o dure, in legno, da viaggio… Scopri tutto quello che c’è da sapere sugli spazzolini da denti!

Come si riconosce un buon spazzolino da denti?

spazzolini da denti

Nella scelta dello spazzolino intervengono fattori molto soggettivi, in effetti è soprattutto una questione di comfort personale. Alcune persone soffrono di sensibilità dentale, altre di malattie gengivali, altre ancora sono più fortunate e non hanno alcun problema orale.

Per aiutarti a scegliere lo spazzolino ideale ti consigliamo prima di tutto di chiedere un parere al tuo dentista o al tuo igienista dentale. Sono le persone più adatta per indicarti quali sono i criteri che devi seguire nella scelta dello spazzolino perfetto, poiché conoscono lo stato di salute dei tuoi denti e delle tue gengive.

In linea generale, un buon spazzolino da denti si riconosce da diversi fattori:

  • Una testina piccola, per raggiungere tutti gli angoli della bocca
  • Delle setole flessibili che arrivino nelle zone più difficili senza rovinare i denti
  • Un manico comodo, meglio se antiscivolo, per una presa sempre salda anche quando è bagnato

Per quanto riguarda le specifiche delle setole (ondulate, piatte, a cupola), della testina (triangolare o rotonda), o del manico (ergonomico, con testina snodata), dovrai basarti sulle tue esigenze di comodità e praticità. Il modo migliore è provarne diversi, fino a trovare quello perfetto.

Inoltre è bene ricordare che lo spazzolino deve essere cambiato dopo 3 mesi al massimo, o anche più spesso se noti che le setole sono consumate. In questo modo sarai certo di prenderti sempre cura dei tuoi denti in modo adeguato, senza rovinarli e prevenendo l’insorgenza di infezioni batteriche.

Chi ha inventato lo spazzolino da denti?

I denti sono stati sempre puliti lungo la storia, Il primo spazzolino da denti appare nel XVII secolo ed era un oggetto di lusso. Il manico era in avorio e le setole erano quelle naturali del maiale. Fu solo nel XIX secolo che si capì che gli spazzolini con setole animali accumulavano grandi quantità di batteri e ciò poteva causare infezioni orali.

Migliaia di anni fa, gli uomini si lavavano i denti con le unghie o usando pezzi di osso o legno. Alcune culture usavano piante o semplicemente si pulivano i denti strofinando le dita su di essi.

I romani utilizzavano le punte delle piume e gli egizi piccoli bastoncini di legno a cui veniva consumata la punta per poi sfregarla contro i denti. Gli arabi usavano rami di piante come l’Areca, materiale che viene ancora usato in molti luoghi oggigiorno.

Oggi per produrre le setole viene utilizzato il nylon e forma, dimensioni, materiali, spessore e la loro inclinazione negli spazzolini manuali sono caratteristiche che sono evolute in un’infinità di combinazioni. Nel 1954 apparve il primo spazzolino elettrico. Secondo molti dentisti gli spazzolini elettrici possono essere più efficaci degli spazzolini manuali, poiché ci sono meno possibilità di spazzolatura impropria.

Spazzolini da denti: come sceglierli

Affinché uno spazzolino sia adatto all’uso personale, è necessario tenere conto di alcune caratteristiche che ti aiuteranno a scegliere quello migliore per te:

Materiali per spazzolini da denti

  • Prediligi setole in nylon e punte arrotondate
  • Consigliamo gli spazzolini a setole morbide o medie. Causano meno traumi ai tessuti.
  • I manici e le setole devono essere realizzati con materiali igienici e facili da pulire.
  • In caso di difficoltà nel maneggiare lo spazzolino, i manici antiscivolo possono essere di grande aiuto.
  • Se ti accorgi di applicare molta forza durante la spazzolatura, l’uso di spazzolini da denti con manici flessibili ti aiuterà ad attenuare la pressione esercitata.
  • Conviene prediligere spazzolini con la testina piccola per poter raggiungere tutte le aree della bocca, inclusi i molari posteriori e le zone di difficile accesso.

A volte è meglio investire un po’ più di denaro per avere uno spazzolino da denti di qualità. Quelli più economici di solito non tengono conto di tutte queste caratteristiche e alla lunga si può notare l’accumularsi della placca che avanza più velocemente.

Setole morbide, medie o dure: quali scegliere?

In quali casi è meglio preferire le setole morbide?

Gli spazzolini con setole morbide risultano meno aggressivi per lo smalto dei denti e per le gengive. Per questa ragione sono particolarmente consigliati alle persone che soffrono di sensibilità gengivale o dei denti.

Le setole morbide d’altronde riescono a raggiungere gli spazi interdentali senza difficoltà, garantendo quindi un’igiene orale più completa.

Solitamente i dentisti consigliano di utilizzare spazzolini con le setole morbide a tutti i loro pazienti, poiché sono molto efficaci e non aggrediscono denti e gengive.

Come agiscono gli spazzolini con setole medie?

Gli spazzolini con setole “medie” sono i più diffusi e i più venduti sul mercato. Se non hai problemi particolari a denti e gengive puoi utilizzarli tranquillamente.

Tuttavia, se dopo un certo tempo dovessi riscontrare sanguinamenti o dolori gengivali è consigliabile passare alle setole morbide per evitare ulteriori problemi del cavo orale.

Chi deve utilizzare le setole dure?

Sebbene molte persone credano che gli spazzolini con setole dure siano più efficaci rispetto agli altri, le cose non stanno proprio così. Anzi, è vero il contrario. Le setole dure non riescono a raggiungere facilmente gli spazi tra i denti, e possono rendere più fragili lo smalto e le gengive.

In poche parole, è meglio preferire uno spazzolino con setole morbide o medie.

Tipi di spazzolino da denti

Esistono due grandi categorie di spazzolini da denti:

  • Spazzolini da denti manuali
  • Spazzolini da denti elettrici

Lo spazzolino da denti manuale

Si chiama manuale, poiché oltre allo strumento stesso, è necessario il tuo sforzo manuale per poterlo utilizzare.

Si compone di un manico e una testa di diversi materiali, forme e dimensioni, con setole realizzate principalmente in nylon.

I più comuni sono gli spazzolini con setole uniformi e testine quadrate o romboidali.

Gli spazzolini da denti sono stati ormai sviluppati per quasi tutte le esigenze o condizioni: dalla sensibilità dei denti, alla malattia parodontale, per chi ha apparecchi ortodontici, ecc.

In base al tipo di funzione che hanno possono variare: la durezza e la disposizione delle setole, la forma della testina o la sua angolazione per fare in modo che si adattino ad ogni caso particolare.

Vediamo di seguito alcuni spazzolini manuali con caratteristiche speciali o pensati per esigenze specifiche.

Gli spazzolini da denti ecologici: in bambù o legno

spazzolino denti

Ogni anno diversi miliardi di spazzolini non biodegradabili finiscono nei nostri mari e negli oceani, aggravandone lo stato di inquinamento.

Sempre più persone scelgono gli spazzolini in legno, soprattutto per tre motivi:

  • In genere sono composti da bambù e da setole di nylon o in materiali naturali derivati dal maiale; perciò non sono presenti materiali potenzialmente nocivi
  • Sono perfettamente biodegradabili, tanto che possono essere compostati
  • Di solito sono venduti in confezioni di cartone riciclabile o senza imballaggio in plastica
CLICCA QUI PER SAPERE IL PREZZO

Sono pratici ed efficaci quanto i modelli tradizionali, e permettono di ridurre il proprio impatto ambientale mentre ci si prende cura dei propri denti.

Lo spazzolino da viaggio

spazzolino-da-viaggio

Se vogliamo rispettare le indicazioni dei dentisti per mantenere sempre una corretta igiene orale, dobbiamo dotarci di uno spazzolino da viaggio per non trascurare i nostri denti quando siamo lontani da casa.

I due criteri più importanti nella scelta di uno spazzolino da viaggio sono:

  • La praticità: alcuni modelli sono pieghevoli per poterli sistemare facilmente nella trousse
  • La presenza di un cappuccio o di una custodia protettiva per mantenere la testina pulita.

In commercio puoi trovare numerosi spazzolini da viaggio; il consiglio è di sceglierne uno simile a quello che utilizzi normalmente. Se utilizzi uno spazzolino con setole morbide evita di acquistarne uno da viaggio con le setole dure, bastano pochi giorni di utilizzo per danneggiare le gengive.

Il nostro consiglio: evita di utilizzare gli spazzolini da denti messi a disposizione da aerei o alberghi. Spesso hanno le setole troppo dure e non lucidate, e potrebbero risultare nocive per i tuoi denti.

CLICCA QUI PER SAPERE IL PREZZO

Lo spazzolino “made in Europe”

Oggi la maggior parte degli spazzolini venduti in Italia e in Europa sono fabbricati nei Paesi Asiatici. In Italia resistono ancora alcune aziende che li producono interamente in sede. Pensiamo allo Spazzolificio Piave, o alla Kompass. In Europa le cose non vanno meglio. In Francia ad esempio è rimasta una sola azienda che li produce ancora: si tratta de La Brosserie Française, che commercializza i suoi prodotti con il marchio Bioseptyl.

La Brosserie Française propone degli spazzolini eco-friendly e riciclabili, in diverse versioni per soddisfare tutte le esigenze: con setole morbide, medie e dure, per bambini, spazzolini interdentali, e anche altri prodotti per l’igiene orale, come dentifrici (anche naturali come quelli fatti in casa) e collutori.

Sono prodotti realizzati interamente in Francia, ed è possibile abbonarsi per ricevere regolarmente uno spazzolino sostitutivo.

Lo spazzolino da denti elettrico

I professionisti della salute orale sono d’accordo: lo spazzolino elettrico elimina da 2,5 a 5 volte più placca dentale rispetto allo spazzolino manuale. Inoltre permette di pulire senza problemi le aree della bocca più difficili da raggiungere.

Molti modelli sono dotati di un timer integrato che ti permette di rispettare i 2 minuti di spazzolamento raccomandati. Alcuni hanno anche dei rilevatori di pressione che consentono di dosare correttamente la forza esercitata dallo spazzolino ed evitare di danneggiare smalto e gengive. In questo articolo ti illustriamo i migliori spazzolini ellettrici di Oral-B, e in questo i più economici della marca. Se cerchi un modello non eccessivamente caro per provare lo spazzolino elettrico potrebbe interessarti il’Oral-B Vitaliy CrossAction.

Senza dimenticare che la forma e il funzionamento degli spazzolini elettrici offre la possibilità di pulire ogni dente dal basso verso l’alto con movimenti circolari su tutte le sue facce, seguendo alla lettera quella che sono le raccomandazioni dei dentisti sulle tecniche di spazzolamento corrette.

Lo spazzolino da denti sonico

Esistono due tipi di spazzolini elettrici:

Gli spazzolini sonici sono dotati di una tecnologia che gli consente di raggiungere 35.000 movimenti/minuto. Se paragoniamo questo dato ai 600 movimenti/minuto che possiamo raggiungere con uno spazzolino manuale, ci appare subito chiaro perché i modelli dotati di tecnologia sonica sono più efficaci contro la placca dentale.

Utilizzati correttamente limitano anche i rischi per le gengive, poiché non serve esercitare pressione sui denti.

Il loro segreto consiste nel movimento verticale associato a delle vibrazioni che gli permettono di rimuovere la placca in modo efficace ed evitare così la formazione del tartaro.

Lo spazzolino elettrico con Bluetooth

primo spazzolino elettrico

Nell’era digitale in cui ci troviamo sembra che non esista oggetto che non sia in grado di connettersi alla rete: orologi, scarpe, occhiali, frigoriferi, bilance; oggi sul mercato possiamo trovare anche gli spazzolini intelligenti, che permettono di ottimizzare lo spazzolamento rendendolo al contempo più divertente. Gli spazzolini elettrici connessi inviano al nostro cellulare, tramite Bluetooth, delle informazioni relative a:

  • La posizione dello spazzolino nella bocca
  • La durata dello spazzolamento
  • Le aree pulite
  • La quantità di placca eliminata
  • La pressione esercitata sui denti

Dopo ogni utilizzo i dati raccolti vengono analizzati, per fornire delle indicazioni su come migliorare la propria tecnica di spazzolamento.

Questi spazzolini sono disponibili anche nella versione per bambini: sono dotati di giochi e altre funzionalità che rendono più divertente il momento dedicato all’igiene orale. Ne è un esempio il modello Philips Sonicare HX6322 / 04.

CLICCA QUI PER SAPERE IL PREZZO

Spazzolini da denti per tutta la famiglia

Il miglior spazzolino da denti per bambini

Non appena i primi dentini fanno la loro comparsa dobbiamo insegnare al bambino a spazzolarsi correttamente i denti, affinché l’igiene orale diventi un’abitudine quotidiana. Tuttavia i più piccoli hanno bisogno di uno spazzolino adatto alle loro esigenze, ed è consigliabile acquistare un modello che rispetti queste caratteristiche:

  • Deve avere una testina piccola e possibililmente in gomma, adatta alla dimensioni della bocca del bambino e con margini smussati. Preveniranno lesioni in caso di movimenti improvvisi e poco controllati
  • Setole morbide per non rovinare lo smalto dei denti
  • Manico ergonomico per facilitarne la presa da parte del bambino

Quasi tutti i marchi propongono dei modelli per bambini, decorati con personaggi dei cartoni animati o con dei motivi colorati e allegri. È un buon modo per trasformare lo spazzolamento in un gioco divertente.

Il miglior spazzolino da denti per i più anziani

Se stai cercando il miglior spazzolino da denti e hai più di 60 anni, molti dentisti consigliano di utilizzare uno spazzolino con le seguenti caratteristiche:

  • Uno spazzolino dal manico dritto
  • Con morbide setole in nylon e con la punta arrotondata, tutte della stessa lunghezza
  • Le dimensioni approssimative della testina dovrebbero essere 2,5 cm × 1,5 cm × 0,9 cm .
  • Per pazienti con limitazioni motorie o cognitive, si consiglia l’utilizzo di uno spazzolino elettrico ad azione rotante e oscillante, per questi casi sarà più efficiente che la spazzolatura manuale.

Spazzolini da denti per chi ha un apparecchio ortodontico fisso

Se stai eseguendo un trattamento ortodontico con apparecchio fisso devi sapere che esistono spazzolini da denti speciali per la tua condizione. Hanno file di setole di lunghezza diversa: quelle più lunghe sfregano nelle zone inferiore e superiore degli attacchi metallici rimuovendo la placca da denti e gengive, mentre la striscia centrale ha setole più corte, adatte per la rimozione dei residui di cibo dagli attacchi.

Inoltre, è consigliato anche l’uso dello scovolino interdentale che va inserito negli spazi tra attacchi e fili per rimuovere i resti di cibo che non escono facilmente con il normale spazzolamento.

Nella seguente tabella sono riassunte le principali caratteristiche che ti aiuteranno a scegliere il tipo di spazzolino da denti per tutti i componenti della famiglia, in base alle necessità di ciascuno.

Caratteristiche Spazzolino da denti per bambini Spazzolino da denti per adolescenti e adulti Spazzolino da denti per anziani
Setole Extra morbide e arrotondato per pulire soprattutto i tessuti molli Preferibilmente morbide e con punta arrotondata Setole morbide per denti naturali
Setole dure per pulire alcuni tipi di protesi
Dimensioni Testina piccola, preferibilmente a forma di diamante Medie, per permettere di raggiungere zone di difficile accesso Medie per un migliore accesso.
Leggermente più grande per l'igiene protesica
Durezza delle setole Morbida, per evitare danni ai tessuti Media, se sei una persona che non esercita molta pressione durante la spazzolatura. Media per tessuti ad alta per uso protesico
Caratteristiche speciali Testina con bordi protettivi e in gomma Potrebbe avere un pulisci lingua sulla parte posteriore della testina Prediligere spazzolini protesici con testine multi servizio

Come utilizzare lo spazzolino da denti?

Adesso che sai tutto sugli spazzolini, facciamo un breve ripasso sulle regolari basilari per spazzolarsi correttamente i denti:

  • Bisogna spazzolarsi i denti almeno due volte al giorno per almeno due minuti
  • È preferibile spazzolare separatamente l’arcata superiore e quella inferiore
  • I denti e le gengive vanno spazzolati con dei movimenti circolatori, con lo spazzolino inclinato a 45°
  • Bisogna pulire tutte le superfici dei denti (interna, esterna, superiore)

Altre tipologie di spazzolino o di strumenti per pulire i denti

Strumenti per pulire altre zone della bocca

Per quanto il corretto utilizzo di uno spazzolino da denti è sempre fondamentale per mantenere una buona salute orale, è necessario integrarlo con l’uso di altri strumenti o prodotti.

Alcuni di questi articoli sono essenziali, come il filo interdentale, altri sono un buon complemento.

Ne citiamo alcuni:

  • Filo interdentale: il complemento perfetto per il tuo spazzolino da denti. Pulisci quotidianamente gli spazi tra i denti e sotto il margine gengivale con il filo interdentale, ti permetterà di raggiungere i punti dove le setole dello spazzolino non arrivano.
  • Pulisci lingua: con questo strumento puoi raschiare la lingua dall’interno verso l’esterno rimuovendo i resti di cibo che restano attaccati. In commercio ne trovi di diverse forme e materiali.
  • Idropulsore: da tempo sono stati sviluppati strumenti che aiutano a pulire le zone interdentali, utilizzando la pressione dell’acqua in pressione. Si tratta di rrigatori orali e sebbene non sostituiscano lo spazzolino da denti, sono un ottimo complemento, soprattutto nei casi di pazienti con malattie parodontali o limitazioni di mobilità.

Spazzolino per pulire apparecchi rimovibili o protesi

spazzolino denti

Per i pazienti anziani che utilizzano protesi dentarie, parziali o totali, o pazienti con apparecchi ortodontici rimovibili, si consiglia l’uso di speciali spazzolini per protesi.

Questi spazzolini sono generalmente più grandi, con setole rigide, e assicurano la rimozione di tutti i resti di cibo che aderiscono alle superfici della protesi o dell’apparecchio.

Alcune di questi spazzolini hanno testine a doppio servizio e di diverse forme, una sottile e l’altra più spessa, che consentono di raggiungere meglio tutti gli spazi.

Questi specifici spazzolini per dentiere o per apparecchi mobili (come questo della marca ZJW) sono caratterizzati da:

  • Una testina piccola per superfici difficili da pulire e una più grande che aiuta a rimuovere facilmente cibo e macchie
  • Setole in nylon rigido, forti e resistenti
  • Design ergonomico con impugnatura antiscivolo e comoda da usare

In conclusione

I dentisti lo ripetono spesso: il miglior spazzolino da denti è il tuo! In effetti lo dovrai utilizzare due volte al giorno, tanto vale scegliere un modello che sia confortevole e adatto alle tue esigenze.

Seguendo i nostri consigli e provando diversi modelli riuscirai sicuramente a trovare quello che fa davvero al caso tuo. È meglio non farsi tentare dalla pigrizia scegliendo sempre lo stesso modello.

Domande frequenti

Come disinfettare lo spazzolino da denti?

Può bastare acqua e bicarbonato. Considera che la manutenzione dello spazzolino da denti, come quella di qualsiasi strumento per la cura della persona è molto importante. Fa sì che batteri non si accumulino al suo interno prevenendo così infezioni del cavo orale.

Ecco alcuni consigli cura del tuo spazzolino da denti:

  • Sostituisci lo spazzolino da denti ogni tre o quattro mesi , o prima, se noti che le setole sono troppo usurate. Uno spazzolino così non pulisce efficacemente i denti.
  • Tieni presente che se il tuo spazzolino si consuma troppo rapidamente stai applicando troppa pressione durante la spazzolatura. Ciò causerà un’usura dannosa su gengive e denti.
  • Pulizia dello spazzolino: dopo l’uso sciacqualo molto sotto l’acqua corrente e lascialo asciugare all’aria posizionandolo verticalmente in un bicchiere.
  • Non condividerlo mai: gli spazzolini da denti sono oggetti personali e non trasferibili. L’uso dello spazzolino da denti di qualcun altro potrebbe provocare infezioni indesiderate.
  • Conservazione dello spazzolino da denti: durante il tempo di inutilizzo riponilo in un contenitore aperto e areato, evitando il contatto con altri spazzolini da denti.

Come scegliere lo spazzolino elettrico?

Se stai per acquistare il tuo primo spazzolino elettrico dovrai tenere in considerazione alcuni criteri oltre al prezzo. Quali? Te li elenchiamo di seguito:

  • Il numero di programmi e le diverse modalità di spazzolamento
  • Se dispone di timer integrato che ti avvisa quando hai completato una corretta pulizia
  • Se è dotato di rilevatore di pressione per preservare gengive e smalto dentale
  • Di che tipo di alimentazione ha bisogno (pile o corrente elettrica)
  • Durata media della batteria
  • Eventuali accessori inclusi nella confezione
  • Tipologie di testine disponibili per quel modello e che potrebbero andare incontro a una tua esigenza (se hai denti sensbili, se ha un apparecchio fisso, ecc.)

Dove si butta lo spazzolino da denti?

Quello in plastica va nel contenitore dei residui indiffereinziati come le setole in nylon di quello in bambù. Il manico di legno o bambù può andare nell’organico.

Puoi rimuovere le setole aiutandoti con delle pinzette. Per quanto i tradizionali spazzolini da denti siano in plastica, dato che non si tratta di un imballaggio (come flaconi, bottiglie o vaschette) non possono essere smalititi nel bidone della plastica. Anche i cappucci protettivi degli spazzolini vanno buttati nella spazzatura indifferenziata.

Ogni quanto si cambia lo spazzolino da denti?

Dopo 2-3 mesi circa. Uno spazzolino usurato o che è stato utilizzato per questo periodo di tempo può avere raccolto batteri nocivi per la salute orale. Le setole rovinate, inoltre, non riescono più a rumovere adeguatamente la placca.

Autori:

Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.