Denti da coniglio: come correggere i denti sporgenti?

Dottordentista.com viene supportato dai lettori. Quando acquisti tramite un link sul nostro sito potremmo guadagnare una commissione di affiliazione che non comporta alcun costo per te. Scopri di più.

  • Home

Denti da Coniglio: Rimedi per Incisivi Superiori Sporgenti

denti a castoro

Solamente chi è stato preso in giro col nomignolo di “denti da coniglio” sa quanto possa essere imbarazzante e spiacevole dover convivere con i denti sporgenti… Ma al di là dell’aspetto estetico, i denti in avanti possono anche dar luogo a diversi problemi funzionali e contribuire ad una precoce usura dei denti. Per questo è importante prendere in considerazione un trattamento come quello ortodontico.

Per fortuna oggi esistono vari tipi di trattamento che combinano diverse discipline, come l’ortodonzia, la chirurgia e l’ortofonia che permettono di trattare questo sgradevole dislocamento della mandibola, e che consentono di ritrovare un sorriso piacevole e la piena funzionalità dei denti.

Dottordentista ha preparato questo articolo dedicato alla retrognazia per fornirti un quadro più chiaro delle cause di questo mal posizionamento dei denti superiori e per metterti al corrente dei trattamenti disponibili.

Le principali cause dei denti da castoro o da coniglio

denti grandi davanti

I denti in fuori sono la conseguenza da una dislocazione delle arcate dentali: in altre parole la mascella (arcata superiore) è in posizione più avanzata rispetto alla mandibola (arcata inferiore). Questo tipo di malocclusione – provocata da uno scorretto allineamento tra mandibola e mascella – prende il nome di “retrognazia”.

Le cause all’origine di questo dislocamento possono essere molteplici, ma le più comuni sono le seguenti:

  • La suzione continuata del pollice o del ciuccio che determina una deformazione dell’arcata alveolare,
  • Lo scorretto posizionamento della lingua che si trova a premere contro i denti,
  • L’ereditarietà, quando altri membri della famiglia hanno lo stesso tipo di problema.

A prescindere dall’effettiva origine del problema, per ottenere dei risultati soddisfacenti e per evitare di danneggiare ulteriormente i denti e la mandibola è fondamentale diagnosticare il problema al più presto e intraprendere un trattamento in tempi brevi. In presenza di denti sporgenti dovuti a una cattiva abitudine orale, come accade in  particolar modo nei bambini, prima di iniziare il trattamento vero e proprio conviene innanzitutto modificare questi comportamenti.

Conseguenze della retrognazia

Come è noto la retrognazia ha un impatto estetico piuttosto evidente, ma questo non è certamente il problema maggiore. Il mento arretrato infatti può dare origine a diversi problemi funzionali, come ad esempio:

  • Difficoltà nella fonazione,
  • Dolori o rumori articolari mentre si mangia o si sbadiglia,
  • Disturbi dentali e parodontali.

Se viene corretta precocemente, la dislocazione della mandibola non provoca particolari conseguenze. Tuttavia, in assenza di un trattamento adeguato, possono instaurarsi diversi disturbi, come:

  • Usura precoce dei denti,
  • Maggiore predisposizione alle carie,
  • Scalzamento dei denti,
  • Se gli incisivi superiori urtano il colletto degli incisivi inferiori possono dar luogo a lesioni a carico della mucosa,
  • Maggior rischio di frattura e di perdita dei denti in caso di urti e cadute, poiché le labbra non sono in grado di proteggere i denti frontali.

Per queste ragioni è imperativo consultare un professionista non appena appaiono i primi segnali di retrognazia o di prognazia (mento sporgente).

Puoi fare il test gratuito per sapere se l’apparecchio trasparente potrebbe fare al caso tuo.

Invisalign funziona nel 90% dei casi, scopri se fa anche al caso tuo

Come correggere i denti sporgenti?

Il dentista può ricorrere a diverse soluzioni, da scegliere in base all’età del paziente e alla gravità del dislocamento.

Ortodonzia: apparecchio per denti sporgenti

denti davanti sporgenti

L’ortodonzia si rivela particolarmente efficace per i bambini. Permette di contenere la mandibola troppo sporgente stimolando al contempo l’altra. I risultati sono promettenti soprattutto quando il trattamento viene intrapreso prima che le ossa del volto abbiano raggiunto il completo sviluppo.

Vogliamo anche ricordare che l’ortodonzia precoce può essere adatta per i bambini già a partire dai 5 anni, o anche prima, se sono in grado di gestire i disagi dovuti all’apparecchio e riescono ad assicurarne una corretta igiene.

Esistono diverse forme di trattamenti ortodontici per il dislocamento della mandibola:

  • Gli attivatori di crescita (monoblocco o Twin Block) che in genere vanno portati di notte,
  • La maschera di Delaire,
  • L’apparecchio di Herbst,
  • L’apparecchio con bracket ed elastici,
  • Le mascherine Invisalign (puoi anche effettuare il test gratuito per scoprire se funziona anche per la tua dentatura)

Nei casi meno gravi questi trattamenti ortodontici possono essere sufficienti per correggere il dislocamento, ma è alquanto comune predisporre un secondo trattamento nel corso dell’adolescenza, quando tutti i denti permanenti sono al loro posto, al fine di consolidare la posizione dei denti e della mandibola. L’ortodonzia è tuttavia consigliata anche in età adulta.

La chirurgia ortognatica per il trattamento della retrognazia 

denti sporgenti adulti rimedi

Per correggere i denti sporgenti nell’adulto, e in tutti quei casi in cui il dislocamento è causato da problemi scheletrici e non da cattive abitudini, si preferisce invece un protocollo che associa ortodonzia e chirurgia.

L’ortodonzia si occupa di ripristinare il corretto allineamento dei denti, permettendo ai denti superiori ed inferiori di serrarsi nella giusta posizione. La chirurgia mandibolare invece consente di modificare la posizione della mandibola per ridare armonia al volto.

In genere si ricorre alla chirurgia ortognatica solamente dopo i 17-18 anni, quando lo sviluppo della mandibola è terminato, in modo da evitare rischi di recidive dovuti ad una crescita tardiva. Viene praticata in anestesia generale e non lascia alcuna cicatrice, visto che tutte le incisioni vengono praticate all’interno della bocca. Durante l’intervento vengono installate delle placche metalliche che hanno la funzione di stabilizzare l’osso, e che il paziente porterà per tutta la vita senza avvertire alcun fastidio.

Alcuni ortodontisti tuttavia ritengono che sia preferibile installare un apparecchio solamente dopo che è stato effettuato l’intervento chirurgico.

Grazie a questo video risulta chiaro come si può operare il retrognatismo:

L’ortofonia per correggere i problemi muscolari della lingua e delle labbra

Solitamente prima di iniziare un trattamento per i denti sporgenti è necessario stabilire un quadro ortofonico per valutare la necessità di una rieducazione funzionale. L’ortofonista in questo modo potrà definire i comportamenti da modificare, soprattutto in caso di scorretto posizionamento della lingua o di cattive abitudini periorali (succhiare il pollice o il ciuccio, mangiarsi le unghie, digrignare i denti, ecc.).

In effetti per garantire la stabilità del trattamento chirurgico-ortodontico è necessario attuare in tempi rapidi un monitoraggio del decorso post-operatorio.

Il trattamento ortofonico d’altra parte non è molto impegnativo, in genere bastano da 3 a 5 sedute di rieducazione da 30 minuti per raggiungere gli obiettivi prefissati, sebbene oltre alle sedute sia anche necessario effettuare in modo rigoroso gli esercizi proposti dallo specialista a casa propria.

In presenza di disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare può essere necessario ricorrere ad un fisioterapista.

In conclusione

Se tu o tuo figlio avete i denti molto sporgenti non è il caso di preoccuparsi eccessivamente. A seconda della situazione il tuo dentista potrà consigliarti la soluzione più adeguata che potrebbe essere un trattamento ortodontico, un intervento chirurgico o entrambi.

Ricorda però che è fondamentale iniziare un trattamento il prima possibile, in modo da garantire i migliori risultati e per evitare complicazioni (lesioni delle mucose, usura precoce dei denti, scalzamenti, ecc.).  

Cerca infine di evitare qualsiasi comportamento che potrebbe essere all’origine del dislocamento della mandibola e, di conseguenza, dei denti sporgenti in avanti (succhiarsi il pollice, mangiarsi le unghie, spingere i denti con la lingua, respirare solamente con la bocca, ecc.).

Autori:

Belén Maviglia
Belén Maviglia
Redattrice specializzata nel settore dentale e del benessere, Belén è anche un'esperta di comunicazione digitale. La sua missione per Dottordentista.com? Aiutare i lettori a migliorare la loro salute orale rendendo le informazioni comprensibili e accessibili a tutti.