Penna sbiancante denti: come scegliere quella giusta per te?

Anche se ti spazzoli i denti tutti i giorni e ti sforzi di mantenere una buona igiene orale i tuoi denti hanno un colore giallastro o presentano delle macchie? In questo caso ricorda che oltre ai classici trattamenti sbiancanti come lo sbiancamento effettuato dal dentista o i kit sbiancanti, puoi utilizzare anche delle penne sbiancanti che ti permettono di migliorare il tuo sorriso in modo semplice ed efficace.

Oggi sul mercato possiamo scegliere tra numerosi modelli : alcuni contengono perossido d’idrogeno o altri prodotti chimici, mentre altri svolgono solamente una funzione cosmetica temporanea.

Per aiutarti a scegliere tra questa vasta gamma di prodotti abbiamo pensato di redigere questo articolo completo con tutte le nostre raccomandazioni sui prodotti di maggior successo presenti sul mercato.

Come funziona una penna sbiancante?

I vantaggi delle penne sbiancanti dei denti

Come funziona la penna sbiancante

La penna sbiancante è uno strumento efficace per ottenere rapidamente denti immacolati

Il vantaggio principale delle penne sbiancanti è la loro semplicità d’utilizzo. In effetti è sufficiente far uscire il gel, che poi andrà applicato con il pennellino o la spugnetta della penna. A seconda dei modelli bisogna far asciugare il gel oppure lasciarlo agire per un certo periodo di tempo; in seguito va risciacquato ed eliminato. Le penne sbiancanti non richiedono l’utilizzo di mascherine o di lampade UV.

Un altro vantaggio da non sottovalutare è il loro costo molto contenuto. In effetti possiamo trovare dei modelli a meno di 10€, mentre le penne più care superano raramente i 20€. Inoltre a seconda delle marche possono essere utilizzate una, due o più volte.

I risultati variano sensibilmente a seconda del modello scelto. Alcune penne in effetti contengono perossido d’idrogeno, che permette di ottenere un effetto sbiancante più evidente, ma che può anche rovinare lo smalto dei denti e danneggiare le gengive.

Gli svantaggi delle penne sbiancanti

Come abbiamo appena visto, alcune penne contengono perossido d’idrogeno e altre sostanze chimiche che a lungo termine possono dar luogo a sensibilità dentale, a irritazioni delle gengive e a un’alterazione dello smalto. Inoltre nonostante siano abbastanza semplici da utilizzare, può essere complicato applicare il gel sbiancante in modo uniforme su tutti i denti. Ecco perché non sempre si riesce ad ottenere un risultato omogeneo.  

Se paragoniamo i risultati ottenuti con altre tecniche di sbiancamento, come quello effettuato dal dentista o con i kit sbiancanti da utilizzare a casa, notiamo che l’effetto che è possibile ottenere grazie alla penna è meno marcato e soprattutto è meno duraturo.

Come si utilizza la penna sbiancante ?

Diversi modelli penna sbiancante

La penna sbiancante permette di migliorare la tonalità di bianco dei denti in modo facile e veloce

La penna sbiancante per denti si utilizza come un pennello. Ecco nello specifico come bisogna procedere :

  1. Prima di tutto bisogna agitarla per mescolare il gel sbiancante; in seguito occorre girare la rotellina dosatrice o premere sulla punta per far fuoriuscire il gel.
  2. Adesso basta passare il pennellino o la spugnetta sulla superficie dei denti evitando di toccare gengive e labbra.
  3. Attenzione : alcuni gel vanno lasciati agire per un certo tempo prima di procedere al risciacquo, mentre altri non vanno eliminati.

Il nostro consiglio è di leggere attentamente il manuale d’uso per adoperare correttamente la penna e ottenere così un risultato ottimale.

Scegliere la penna sbiancante più adatta a te

Prima di scegliere una penna sbiancante è bene ricordare che ne esistono due tipi:

  • Le penne cosmetiche : non agiscono in profondità ma funzionano semplicemente grazie ad un effetto ottico
  • Le penne sbiancanti : contengono delle sostanze sbiancanti che garantiscono un trattamento più profondo.
diversi-tipi-penna-sbiancante

Esistono due tipi di penna : la penna cosmetica temporanea e la penna sbiancante,

Dobbiamo anche tenere a mente che alcune penne richiedono di lasciare agire il gel per un certo tempo prima di procedere al risciacquo, mentre altre vanno semplicemente lasciate asciugare sulla superficie dei denti. Se sei sempre di fretta potresti trovare più comode queste ultime.

Infine se soffri di alcuni disturbi, ad esempio sensibilità dei denti o delle gengive, ti suggeriamo di scegliere un prodotto meno aggressivo, che non contenga perossido d’idrogeno.

Come sempre ti consigliamo anche di chiedere il parere del tuo dentista, per evitare di rovinarti lo smalto dei denti con un prodotto non adatto alle tue necessità.

La migliore penna sbiancante: prove e valutazioni

La penna sbiancante Mentadent White Now

La penna sbiancante Mentadent White Now implementa la tecnologia Blue Light, che regala immediatamente un sorriso smagliante. Questa tecnologia deposita un pigmento blu sullo smalto dei denti, che dona l’illusione di denti più splendenti grazie ad un effetto ottico.  

Le sue dimensioni compatte permettono di portarla sempre con sé, per migliorare il proprio sorriso in ogni momento della giornata. Inoltre è molto facile da utilizzare, visto che basta appoggiarla sui denti e spingere leggermente per far fuoriuscire il liquido.

L’effetto è temporaneo (si elimina spazzolandosi i denti), non danneggia lo smalto dei denti ed è più simile ad un rimedio cosmetico piuttosto che a un trattamento profondo. Vogliamo ricordare che la penna sbiancante Mentadent non deve mai essere utilizzata sulle protesi dentarie.

I punti di forza di questo prodotto :

  • Risultati immediati
  • Formato tascabile
  • Non danneggia lo smalto

Gli svantaggi :

  • Risultati temporanei
Trovi il prodotto su Amazon a: EUR 7,99

La penna sbiancante Colgate Max White

La penna proposta dalla Colgate contiene una formula al perossido d’idrogeno che promette una notevole azione sbiancante (fino a tre tonalità di bianco) con un utilizzo continuato per almeno tre settimane.

La penna è venduta assieme allo spazzolino sbiancante Max White che permette di lucidare la superficie dei denti grazie al suo particolare design. Questo spazzolino inoltre è dotato di un piccolo compartimento che permette di alloggiare la penna Max White per utilizzarli assieme.

Per adoperare la penna sbiancante della Colgate basta girare la rotellina dosatrice e applicare direttamente il gel sui denti. Per ottenere dei risultati più soddisfacenti Colgate raccomanda di utilizzare anche gli altri prodotti della gamma Max White Expert (dentifricio, collutorio, ecc.).

I punti di forza di questo prodotto :

  • Risultati duraturi
  • Può essere utilizzato assieme ad altri prodotti sbiancanti

Gli svantaggi :

  • Il perossido d’idrogeno può irritare le mucose della bocca
Trovi il prodotto su Amazon a: EUR 10,99

La penna sbiancante White First

La penna proposta dalla White First non contiene perossido d’idrogeno, ma promette comunque dei risultati visibili in appena 4 giorni. È facile da utilizzare, ed è particolarmente adatta alle persone che soffrono di sensibilità gengivale.

Per utilizzarla è sufficiente girare l’ugello dosatore della penna e applicare il gel sui denti. In seguito bisogna aspettare 15 minuti prima di risciacquare accuratamente la bocca.

La penna White First è disponibile in 3 sapori :

  • Menta fresca
  • Fragola
  • Carbone attivo e menta fresca

Il suo formato permette di effettuare fino a 40 applicazioni di gel.

I punti di forza di questo prodotto :

  • Non contiene perossido d’idrogeno
  • Disponibile in vari sapori
  • Risultati visibili in poco tempo

Gli svantaggi :

  • Bisogna lasciare agire il gel per 15 minuti

La penna sbiancante White Care

La penna White Care contiene meno dello 0,1% di perossido d’idrogeno, e svolge una doppia azione sui denti : pulente e sbiancante. Per utilizzarla è sufficiente girare l’ugello per far fuoriuscire il gel sull’applicatore e passarlo sui denti. Prima però è necessario lavarsi i denti in modo accurato. Dopo una quindicina di minuti si procede al risciacquo.

Rispettando i 15 minuti di applicazione i risultati sono visibili già a partire dal terzo giorno di utilizzo. La penna viene venduta con una scala colorimetrica con la quale è possibile valutare i risultati ottenuti nel corso del trattamento.

Chi deve viaggiare spesso ne apprezzerà sicuramente il comodo formato tascabile.

I punti di forza di questo prodotto:

  • Doppia azione
  • Risultati visibili in poco tempo
  • Formato tascabile

Gli svantaggi:

  • Il perossido d’idrogeno può irritare le mucose orali
  • Bisogna lasciare agire il gel per 15 minuti

La penna sbiancante Long Dream

Questa penna promette di eliminare tutte le macchie e di migliorare il bianco dei denti di qualche tonalità. Ha un’azione delicata e può essere utilizzata quotidianamente applicandola su ogni dente. Dopo una ventina di minuti il prodotto va risciacquato.

Per un risultato ottimale si consiglia di utilizzare la penna ogni giorno lasciando agire il gel per 20 minuti.

I punti di forza di questo prodotto :

  • Risultati visibili in poco tempo
  • Formato tascabile

Gli svantaggi :

  • Bisogna lasciare agire il gel per 20 minuti
Trovi il prodotto su Amazon a: Non disponibile

In conclusione

Dopo aver esaminato i vantaggi e gli inconvenienti di ogni prodotto, noi di Dottordentista abbiamo preferito la penna sbiancante White First.

Non contiene perossido d’idrogeno, ed è quindi più delicata sullo smalto e sulle gengive, ma permette comunque di ottenere dei risultati soddisfacenti. Abbiamo anche apprezzato la possibilità di scegliere diversi sapori, compresa la versione con carbone attivo per un’efficacia più profonda.

Ci piace anche il suo pratico formato tascabile e il pennellino che la rende facile da applicare.

Penna sbiancante denti: come scegliere quella giusta per te?
Vota questo articolo